Gli editori difendono le bufale e poi vogliono censurare noi

Gli editori difendono le bufale e poi vogliono censurare noi

Gentile presidente,ho letto due volte la sua lettera per sincerarmi di aver capito bene. Lei, a proposito della nostra iniziativa di segnalare i libri «politicamente distorti» quando non «culturalmente scorretti», invece di rallegrarsi che qualcuno vada a caccia degli strafalcioni e delle faziosità che spesso sono contenuti nei testi in uso nelle nostre scuole, che fa? Chiede a me di censurare le lettere dei lettori che segnalano gli svarioni degli autori. Anziché riconoscere che l'istruzione è pubblica - e che tendenzialmente dovrebbe essere politicamente asettica - dinanzi alle segnalazioni da noi pubblicate obietta che non sta bene scrivere che un signore arrestato per una serie di violazioni non è un eroe, come (...)

«Aumento abnorme di soldati malati». Gli Usa si interrogano sui danni da siero
Ansa
Tre medici militari americani affermano, sotto giuramento, di avere le prove di un allarme sanitario in corso nell’esercito.
I voltagabbana impuniti del virus
Matteo Bassetti (Ansa)

Non passa giorno che qualche esperto, politico o giornalista non smentisca quello che aveva affermato come un dogma a proposito di cure precoci al Covid, green pass, no vax, colori delle regioni, contabilità di ricoveri e decessi. Ora aspettiamo che chiedano scusa.

Le Firme
In diretta dal lunedì al venerdì alle 7 del mattino e alle 7 di sera
Ascolta tutti i nostri podcast
Guarda tutti i nostri video

Scopri La Verità

Registrati per leggere gratuitamente per 30 minuti i nostri contenuti.
Leggi gratis per 30 minuti
Nuove storie

007 nel dark web contro gli attacchi cyber

Contenuto Esclusivo Digitale
Trending Topics
Change privacy settings