È iniziata l’era del populista in cravatta

Il premier Giuseppe Conte ha fatto continui richiami ai bisogni dei cittadini, un gioco abile e furbo per mettersi dalla parte del popolo invece che da quella dell'establishment. Ha dimostrato di essere abbastanza politico da strizzare l'occhio non al Parlamento ma alla gente.
Giorgio Bocca (Getty images)
Già negli anni Novanta e Duemila il giornalista prendeva di mira i liberal che si sentono moralmente superiori e hanno la tara dei diritti: «Oggi a essere progressisti sono i ricchi; i poveri sono reazionari»
In diretta dal lunedì al venerdì alle 7 del mattino e alle 7 di sera
Ascolta tutti i nostri podcast
Guarda tutti i nostri video

Scopri La Verità

Registrati per leggere gratuitamente per 30 minuti i nostri contenuti.
Leggi gratis per 30 minuti

Nuove storie

Le opere d'arte più costose

Pillole di numeri

Trending Topics

Change privacy settings