L’asse a guida italiana può fermare le trame dei francesi sul cloud Ue

L’asse a guida italiana può fermare le trame dei francesi sul cloud Ue
Bruno Frattasi (Imagoeconomica)
Domani si terrà il Consiglio Tlc sulle norme sulla cybersecurity: l’ultima bozza non contiene il vincolo di scegliere società europee che avrebbe favorito solo Parigi ed esacerbato le tensioni con gli Usa.
Schizza il conto per avere emissioni zero
iStock
Lo studio di Bloomberg dimostra che, per arrivare all’obiettivo nel 2050, servirebbero 34.000 miliardi di ulteriori investimenti. E Deloitte smonta l’illusione dell’abbattimento dei consumi energetici nell’edilizia: la riconversione verde è insostenibile.
Sharia accolta nei documenti italiani
iStock
I contratti matrimoniali tra islamici registrati nei nostri Comuni prevedono esplicitamente la possibilità della poligamia. Il marito mette nero su bianco anche la superiorità sulla moglie: lei può chiedere il divorzio solo in certe circostanze. E con il suo permesso.
Con l’auto elettrica raddoppiano i pedoni investiti
iStock

Un lettore, dopo aver addolcito la pillola dicendomi che mi stima moltissimo, l’altro ieri mi ha rifilato una stilettata invitandomi a non pubblicare «cose prive di verità». Si riferiva al mio editoriale di sabato scorso, in cui davo conto dei risultati di una ricerca dell’Agenzia lombarda per la protezione dell’ambiente sull’inquinamento a Milano. Riassumo in breve, per chi si fosse perso l’articolo, il nocciolo della questione. Secondo l’Arpa, più dei motori endotermici, a rendere irrespirabile l’aria del capoluogo sono le particelle rilasciate dai freni e dagli pneumatici. Il che, per chi ha presente il peso di un’auto elettrica rispetto a quelle a benzina o diesel, significa una sola cosa e cioè che le vetture con batteria non rilasciano emissioni perché prive del tubo di scappamento, ma rischiano di inquinare come e forse più dei veicoli tradizionali perché, appunto, si portano appresso qualche quintale in più.

Gli immigrati aiutano solo casa loro
iStock
Rimesse da record: i soldi che gli stranieri rimandano in patria superano gli 8 miliardi. Altro che manna per le nostre pensioni. I primi beneficiari sono Bangladesh e Pakistan.
Le Firme

Scopri La Verità

Registrati per leggere gratuitamente per 30 minuti i nostri contenuti.
Leggi gratis per 30 minuti
Nuove storie
Change privacy settings