La confessione di Signorini: «Sono gay, cattolico e ho amato una donna» - La Verità
Home
In primo piano

La confessione di Signorini: «Sono gay, cattolico e ho amato una donna»

ANSA

Da insegnante a regista di opere liriche: «Al liceo è nato il mio rapporto con il cardinal Carlo Maria Martini. Con il mio “Simon Boccanegra" andrò a Tbilisi. La leucemia mi ha cambiato». Il re del gossip. Se ce n'è uno in Italia, è lui: Alfonso Signorini. Un giornalista curioso, superinformato, arguto, leggero, tagliente, giocoso, malizioso, manovriero, influente. Ma «il Signorini», dal titolo di un suo libro di qualche anno fa, è anche molto altro. Opinionista, conduttore radiofonico e televisivo, regista di opere liriche, musicologo, biografo di Maria Callas, romanziere, già insegnante di greco e latino grazie a una laurea in Lettere classiche. Sta per partire per Tbilisi dove firmerà la regia del Simon Boccanegra. Eccoci nel suo ufficio di direttore di Chi, in Mondadori, tappezzato di copertine, manifesti, libri, gadget, targhe di premi giornalistici.

In primo piano

«Nessuna premessa per un governo serio»

Ansa

Il professore di scienza politica Marco Tarchi: «Abbiamo assistito a un regolamento di conti che era nell'aria da un pezzo. Ma a trasformismi siamo oltre i limiti dell'indecenza. Se il M5s si accorderà con il Pd è candidato al suicidio politico. A questo punto meglio il voto».
In primo piano

Pierluigi Battista: «Pd con M5s? Burla della democrazia»

Ansa

Il giornalista: «I parrucconi d'ancien régime e i partiti alla canna del gas si compattano pur di impedire a Salvini di vincere le elezioni. Ma a forza di insultare i “barbari" finiranno per far infuriare gli elettori».
In primo piano

Tonino Lamborghini: «Io credo in Salvini: nessuna retromarcia e al voto subito»

L'imprenditore: «Quindici anni fa dovevo candidarmi con il Cav, ora confido nella Lega. Giusto staccare la spina al governo. Un Conte bis? Per carità, lui è un uomo di paglia».
In primo piano

Giovanni Toti: «Voglio un centrodestra dei sì per un piano di grandi opere»

Ansa

Il leader di Cambiamo: «Fi che sostiene l'accordo Pd-5 stelle sarebbe imbarazzante. Salvini spiazzato dai poltronari. L'esecutivo di sconfitti non è sintonizzato con il Paese».
In primo piano

Marco Minniti: «Per fare un governo noi e i pentastellati da soli non bastiamo»

Ansa

L'ex ministro dell'Interno: «Il Colle vuole soltanto maggioranze ampie. Ma la storia d'amore tra Lega e grillini può ricominciare».
In primo piano

Van De Sfroos: «Ho lottato con i draghi della depressione»

Ansa

Il cantautore racconta il male oscuro che l'ha tenuto lontano dalle scene: «Ero all'apice, ma nel profondo mi sentivo instabile». Poi la terapia, le passeggiate nelle valli e un viaggio ad Auschwitz hanno aperto uno spiraglio: «La musica guarisce il mondo».
In primo piano

Luca Toni: «No all’inciucio, andiamo alle urne. Io sceglierei il centrodestra»

Ansa

Il campione del mondo, che alle comunali di Modena era salito sul palco con Matteo Salvini: «Siamo in democrazia, sono i cittadini che devono decidere chi li governa. Scendere in campo? Potrei fare il ministro dello Sport...»
In primo piano

«Chi è nato qui vive con il tempo nel sangue»

A Pesariis, nella Carnia friulana, c'è un orologio di varie fogge a ogni angolo di strada. «Nel passato abbiamo fornito le nostre monumentali realizzazioni per torri civiche e campanarie a paesi italiani ed esteri. Siamo meta turistica ma stiamo nel presente».