Tempo scaduto per Tecnis. Si va verso il fallimento. Il Qatar interessato agli appalti sui porti - La Verità
Home
In primo piano

Tempo scaduto per Tecnis. Si va verso il fallimento. Il Qatar interessato agli appalti sui porti

Contenuto esclusivo digitale

Ansa

Dopo il ritiro di Pessina costruzioni per l'azienda catanese che ha in mano appalti in tutta Italia, da ospedali a porti e autostrade, si affaccia lo spettro del fallimento. Il Mise e il commissario straordinario Saverio Ruperto prendono tempo. Ma intanto si affacciano i fondi stranieri. A rischio centinaia di posti di lavoro. La preoccupazione dei sindacati.

In primo piano

Piaggio Aerospace, avanti con il drone. Ma non basta per salvare l'azienda

Contenuto esclusivo digitale

Ansa

  • La progettazione risalente agli anni Ottanta le rende oggi costose da produrre, mantenere e difficili da vendere, tanto che nessun altro costruttore al mondo ha seguito la stessa strada.
  • La commissione bilancio dà il via libera ai 160 milioni, ma l'anno scorso il debito era di 620 milioni di euro. Che fine hanno fatto le 39 offerte di cui 26 relative all'intera azienda e non a singole divisioni annunciate dal commissario Vincenzo Nicastro nel maggio 2019?

Lo speciale contiene due articoli

In primo piano

Ex Ilva in rosso. E il M5s la vuole ammazzare

Getty

Lorenzo Fioramonti a Taranto: «L'azienda rappresenta il passato. No all'immunità penale». Mentre i grillini cercano di abolire la norma, l'acciaieria fa perdere ad Arcelormittal più di 700 milioni all'anno. La fine dello scudo legale sarebbe l'occasione per lasciare.
In primo piano

In fumo 300 milioni di entrate fiscali. Investimenti mancati per altri 400

Il settore più penalizzato dalle scelte restrittive degli ultimi governi è quello delle perforazioni in alto mare. Colpite soprattutto le imprese specializzate nella ricerca. Il crollo mette a rischio migliaia di posti di lavoro.
In primo piano

«Gli agenti di assicurazione sono i veri mediatori tra mercato e persone»

Parla Claudio Demozzi, presidente Sna, sindacato nazionale agenti di assicurazione

In primo piano

Whirlpool verso le lavatrici di Stato

Ansa

Vincenzo De Luca annuncia: Campania e Invitalia pronte all'intervento. Il dossier gestito dal tandem grillino Di Maio-Patuanelli si avvia a un destino come quello di Alitalia?
In primo piano

Iniettati altri 350 milioni in Alitalia. Pagamenti statali, tempi più lunghi

Ansa

Niente conto dedicato per i professionisti. Agli evasori 8 anni di carcere. Imu sulle trivelle.
In primo piano

Nell’Ue i fondi immobiliari galoppano grazie a sanità, logistica e università

In Europa il settore in Borsa è cresciuto del 12% in un anno. L'esperto: «Opportunità interessanti pure nel comparto residenziale a prezzi accessibili nelle città». Il mercato è in crescita anche in Asia e America.
In primo piano

E-Distribuzione ripensa i processi in chiave digitale

iStock

La digitalizzazione e le tecnologie digitali stanno dando alle aziende supporto strategico per promuovere una cultura dell'innovazione, ripensare i modelli di business e rendere le imprese più competitive. Consentendo di migliorare il business tradizionale ma anche di esplorare spazi di mercato completamente nuovi, contribuendo a valorizzare la grande quantità di informazioni a disposizione e anticipare i nuovi trend.

Nel settore energetico, l'ICT (insieme delle tecnologie dell'informazione e della comunicazione) è importante strumento per mezzo del quale promuovere la sostenibilità economica, ambientale e sociale. Consapevole di questo, nel 2017 E-Distribuzione, la società che gestisce le infrastrutture e la rete elettrica di distribuzione in Italia, ha lanciato DigI&N Italy, programma che ha l'obiettivo di ripensare i processi tecnici e commerciali facendo leva sull'introduzione di tecnologie digitali e del design thinking.

Nell'ottica della semplificazione dei rapporti con i clienti, è stato ripensato e digitalizzato l'intero processo di gestione delle richieste di allacciamento alla rete. Oltre 32 milioni i clienti che beneficeranno delle novità introdotte e circa 15.000 le persone in azienda interessate dal cambiamento: questi i numeri del nuovo processo di gestione delle connessioni.

Il risultato è un processo completamente rinnovato, dalla fase di acquisizione della richiesta fino alla chiusura delle attività, inclusi tutti gli step intermedi, come la preventivazione, l'assegnazione e l'esecuzione dei lavori.

Il lavoro di snellimento e di semplificazione dell'intero processo, tramite l'integrazione delle nuove funzionalità tecnologiche, è stato anticipato da un'indagine preliminare finalizzata ad individuarne i principali punti deboli. È stata ripercorsa l'esperienza del cliente, mappando i principali momenti di interazione con l'azienda e i canali di contatto disponibili. A valle di questa analisi è stata quindi ridisegnata una nuova customer journey secondo un'ottica maggiormente centrata sul cliente.

I nuovi strumenti, oltre ad agevolare il cliente, semplificano la gestione delle pratiche, a vantaggio della trasparenza, dell'ottimizzazione e di una pianificazione operativa più efficiente. Il POD Identifier, ad esempio, è il nuovo servizio che permette l'identificazione automatica del POD associato ad una fornitura a partire da dati facilmente reperibili quali il codice fiscale o la P.IVA del cliente o l'indirizzo di fornitura, per citarne alcuni. Inoltre, grazie al nuovo servizio Preventivo Smart, è possibile avere informazioni immediate su tempi e costi di gran parte delle richieste di attività.

Il Tracking Pratica e il Tracking in campo permettono invece al cliente di conoscere lo stato di avanzamento delle sue pratiche, fornendo notifiche in tempo reale, e di essere aggiornato sui tempi di arrivo del personale incaricato. Grazie al nuovo servizio di sicurezza e-PIN, il cliente può inoltre identificare l'operatore che si presenta per eseguire attività che comportano l'accesso nella sua abitazione, grazie a un PIN usa e getta generato dall'operatore stesso. La verifica può essere effettuata tramite il Numero Verde, il sito web o l'APP di E-Distribuzione, accedendo al servizio dedicato.

Quanto visto rappresenta solo una piccola parte del programma di trasformazione digitale che coinvolge E-Distribuzione, sempre più attenta alle esigenze dei clienti e a mettere a disposizione soluzioni all'avanguardia per migliorare costantemente la qualità del servizio offerto.

In primo piano

L’editoria data da tutti per morta torna nel mirino dei fondi esteri

Ansa

Malgrado lo stato di salute degli operatori dei media, il settore continua a essere al centro di grandi manovre. Oltre alla telenovela sul gruppo Gedi, c'è Peninsula che investe in Mediaset e la querelle Blackstone-Cairo.