roberto speranza covid

Speranza torna per insultare
Roberto Speranza (Imagoeconomica)
Il testo in cui si vantava (nel 2020!) di aver sconfitto il Covid ricompare «arricchito» con un capitolo in cui attacca i non vaccinati e chi li ha difesi dalla sua violenza. Liquida sprezzante chi è morto o ha subito gravi danni in seguito all’iniezione. E fa pure la vittima.
Speranza torna in libreria e insulta cittadini e media non inginocchiati
Roberto Speranza e Mario Draghi (Ansa). A sinistra i due libri dell'ex ministro della Salute. Il primo, edito da Feltrinelli, uscì nell’ottobre del 2020 e fu subito ritirato dal commercio. Il secondo, uscito con Solferino, ha capitoli integrativi sui vaccini.
L’ex ministro ripubblica il volume, uscito nel 2020 e subito ritirato, con dei capitoli aggiuntivi. Nei quali offende chi ha rifiutato l’iniezione e i giornali che hanno evidenziato le criticità di campagna vaccinale e diktat.
Vittime del vaccino in piazza: «Speranza non va archiviato»
Roberto Speranza (Getty images)
Domani le vittime degli effetti avversi saranno in piazza davanti la Procura di Roma per chiedere che il procedimento contro l’ex ministro e Nicola Magrini prosegua. A entrambi sono stati contestati i reati di omicidio, somministrazione di medicinali guasti e falso.
Anche il Tar fa a brandelli Speranza: per colpa sua c’è un buco di 3,6 miliardi
Roberto Speranza (Ansa)
La corte amministrativa: sono illegittimi i 3,6 miliardi chiesti nel 2022 alle aziende per i dispositivi sanitari già consegnati. Resta il buco da saldare nel bilancio pubblico.
Speranza trema e ci appesta con nuove bugie
Roberto Speranza (Imagoeconomica)
L’ex ministro della Salute spara contro la commissione d’inchiesta, definendola un «indegno tribunale politico». E ha il coraggio di farsi scudo con la scienza, dopo averla umiliata imponendo chiusure e protocolli. È il terrore di chi verrà condannato dalla Storia.
Le Firme

Scopri La Verità

Registrati per leggere gratuitamente per 30 minuti i nostri contenuti.
Leggi gratis per 30 minuti
Nuove storie
Change privacy settings