pride

Milano, reporter palpeggiati al pride «Molestie sotto al carro di Schlein»
Elly Schlein e Alessandro Zan sul carro del gay pride a Milano (Ansa)
Il responsabile si fingeva un addetto alla sicurezza. Il Pd: «Nulla a che fare con noi».
Ostetriche sì, ebrei no: pride schizofrenico
Imagoeconomica
Spaccatura nell’ordine infermieristico per la partecipazione alla sfilata milanese. Sostegno alla Palestina mentre i gay israeliani restano a casa. Schlein (che plaude Marina Berlusconi sui «diritti») ritratta come eroina contro il caro-surrogata. Papa contestato.
Alla fine dell’arcobaleno c’è il tesoro. Zan fa business organizzando i pride
Alessandro Zan (Ansa)
Stasera a «Report» si parlerà del ruolo di imprenditore dell’esponente dem, socio di maggioranza in una srl che gestisce i festival gay a Padova e che vanta un bilancio milionario. Sostenuto anche dai ristori per il Covid.
Ordinanze «omofobe» e attentati al pride. I dem battono il muso sulle loro figurine
Ansa
Il primo sindaco islamico americano bandisce il drappo omosex. E si moltiplicano gli attacchi di immigrati a manifestazioni Lgbt.
Gli psicologi scendono in campo insieme agli ultrà dell’utero in affitto
(Ansa)
L’Ordine lombardo aderisce al manifesto pride. E se un iscritto difende i genitori normali, invoca un provvedimento disciplinare.
Le Firme

Scopri La Verità

Registrati per leggere gratuitamente per 30 minuti i nostri contenuti.
Leggi gratis per 30 minuti
Nuove storie
Preferenze Privacy