È morto Ross Perot, il Trump degli anni Novanta - La Verità
Home
In primo piano

È morto Ross Perot, il Trump degli anni Novanta

Contenuto esclusivo digitale
[html5_video https://s3.amazonaws.com/roar-assets-auto.rbl.ms/laverita%2F13161-Video-Graziosi-Ross-Perot.mp4 url="https://s3.amazonaws.com/roar-assets-auto.rbl.ms/laverita%2F13161-Video-Graziosi-Ross-Perot.mp4" shortcode_id=1562691775570 videoControls=true feedbacks=true mime_type="video/mp4" expand=1 ]

Si è spento oggi, all'età di ottantanove anni, il miliardario texano, dopo una battaglia di cinque mesi con la leucemia. A renderlo noto, è stato il portavoce della sua famiglia, James Fuller. Magnate nel settore tecnologico, Perot si è sempre distinto per un forte interesse di natura politica, dalla profonda impronta populista. Molto critico della politica estera interventista dell'allora presidente repubblicano George H. W. Bush, si candidò come indipendente alle elezioni presidenziali del 1992, proponendo un programma particolarmente agguerrito: lotta alla delocalizzazione della produzione industriale, opposizione al controllo delle armi e istituzione di una democrazia diretta tramite la creazione di piattaforme elettroniche.

In primo piano

La pioggia di razzi su Israele manda in tilt la Farnesina: Di Maio nicchia, Di Stefano incontra l'Iran

Contenuto esclusivo digitale

Getty Images

Nel corso di questa settimana, a seguito dell'eliminazione mirata da parte di Israele di un pericoloso jihadista (è stata distrutta a Gaza l'abitazione di Bahaa Abu Al-Ata, il leader della jihad islamica palestinese), è iniziato per ritorsione un attacco missilistico contro lo stato ebraico. Mentre il ministro dice di sostenere il diritto alla difesa, non risultano note ufficiali della Farnesina sui fatti di questa settimana in Israele. Poi, in contemporanea con l'audizione di Di Maio, il suo sottosegretario Manlio Di Stefano (tuttora sprovvisto di deleghe) ha incontrato alla Farnesina l'ambasciatore iraniano in Italia, Hamid Bayat, auspicando e promettendo cooperazione.

In primo piano

L’assessore di Napoli insulta gli israeliani «Assassini e nazisti». Ma la sinistra tace

Ansa

Eleonora de Majo, neonominata alla Cultura da Luigi De Magistris, è leader dei centri sociali. Sconcerto della Comunità ebraica.
In primo piano

Governo all’angolo. Oggi deve confessare sui soldi ai militari

Ansa

In commissione parere sul fondo missioni all'estero. Mancano 408 milioni. O entrano con più tasse o si rischia il falso in bilancio.
In primo piano

Impeachment, alla Camera solo tanto show

Ansa

  • Iniziate le audizioni dell'indagine contro Trump, ed è subito battibecco. Per il presidente della commissione, la Casa Bianca altera l'equilibrio tra i poteri. The Donald ribatte: «È caccia alle streghe». I democratici, però, temono l'effetto boomerang.
  • L'attacco di Hillary Clinton a Boris Johnson: «Inaccettabile ritardare il rapporto sulle ingerenze del Cremlino».

Lo speciale contiene due articoli.

In primo piano

Anche la Spagna fa l’inciucio contronatura

Getty

Pur di formare un esecutivo, il socialista Pedro Sanchez firma un accordo programmatico con Podemos di Pablo Iglesias, con cui si è scontrato fino a ieri. Un contratto fumoso, molto green e nuovi diritti. Ma ora dovrà trovare qualche «responsabile» per avere la maggioranza.
In primo piano

«Non avevo prove, ma gli ho creduto». Così si danno i permessi agli stranieri

Ansa

La giudice Luciana Breggia che esamina le domande d'asilo a Firenze porta a Lampedusa uno spettacolo pro accoglienza E rivela dettagli inquietanti: «Un migrante sembrava vulnerabile, l'ho fatto restare anche senza riscontri».
In primo piano

Tra Conte e Merkel è il solito bluff. «Sull’immigrazione intervenga l’Ue»

Ansa

La cancelliera a Roma con il premier, che chiede una gestione europea della crisi senza avanzare alcuna proposta concreta.