Quei giovani ambiziosi impegnati a fiutare il profumo del comando

La carica dei portavoce quarantenni indaffarati a tutelare e soprattutto a dare visibilità al «capo». E pure a prendersi la responsabilità dei suoi errori. Sabato scorso la prima infornata. Ed eccomi oggi alla seconda, e ultima per ora, rassegna dei più influenti portavoce del mondo politico italiano. Come si sa, tutto è cambiato nei palazzi del potere e dietro i nuovi ministri ci sono professionisti nell'ombra: alcuni vecchi mestieranti, altri professionisti dignitosi e consumati, ma soprattutto giovani ambiziosi, che fiutano il profumo del comando, impegnatissimi a tutelare «il capo» e a coltivare tattiche e strategie. Ecco chi sono, anche con i loro recapiti, se tra i lettori ci fosse qualcuno desideroso di contattarli...
iStock
  • La Corte dei conti europea diffonde i risultati delle analisi di spesa dei fondi Pac destinati al «climate change»: nessun effetto. In cantiere ci sono altri 1.000 miliardi.
  • L'eurodeputato leghista Paolo Borchia: «Servono tempi più lunghi e flessibilità. La sinistra vuole rinunciare al gas ma sarebbe un suicidio, le rinnovabili hanno ancora costi troppo alti».

Lo speciale contiene sei articoli.

Luciana Lamorgese (Ansa)
Le schermate di prova del sito sono state diffuse da giornalisti o tecnici accreditati. Il ministero: «Cerchiamo i responsabili».
Le Firme
In diretta dal lunedì al venerdì alle 7 del mattino e alle 7 di sera
Ascolta tutti i nostri podcast
Guarda tutti i nostri video

Scopri La Verità

Registrati per leggere gratuitamente per 30 minuti i nostri contenuti.
Leggi gratis per 30 minuti
Nuove storie
Trending Topics
Change privacy settings