Quei giovani ambiziosi impegnati a fiutare il profumo del comando

La carica dei portavoce quarantenni indaffarati a tutelare e soprattutto a dare visibilità al «capo». E pure a prendersi la responsabilità dei suoi errori. Sabato scorso la prima infornata. Ed eccomi oggi alla seconda, e ultima per ora, rassegna dei più influenti portavoce del mondo politico italiano. Come si sa, tutto è cambiato nei palazzi del potere e dietro i nuovi ministri ci sono professionisti nell'ombra: alcuni vecchi mestieranti, altri professionisti dignitosi e consumati, ma soprattutto giovani ambiziosi, che fiutano il profumo del comando, impegnatissimi a tutelare «il capo» e a coltivare tattiche e strategie. Ecco chi sono, anche con i loro recapiti, se tra i lettori ci fosse qualcuno desideroso di contattarli...
Getty images
Il dem, osannato come il salvatore dopo la «tirannia» del predecessore, il primo giorno dopo l’insediamento ha cacciato il capo dell’agenzia garante dei lavoratori, nominato dal tycoon: mai successo in oltre 50 anni

Il vicepresidente di Elettronica, ex militare della Nunziatella, entrerà ad aprile nel gruppo Tim per guidare la società specializzata in cybersecurity a difesa della sicurezza nazionale

In diretta dal lunedì al venerdì alle 7 del mattino e alle 7 di sera
Ascolta tutti i nostri podcast
Guarda tutti i nostri video

Scopri La Verità

Registrati per leggere gratuitamente per 30 minuti i nostri contenuti.
Leggi gratis per 30 minuti

Nuove storie

Trending Topics

Change privacy settings