La patrimoniale la vuole l’Ue, non Salvini

Uno spettro si aggira per l'Italia e a differenza di quanto si potrebbe immaginare non è Matteo Renzi che brama dalla voglia di ritornare a Palazzo Chigi e di soffiare la poltrona al neo premier Giuseppe Conte. No, il fantasma che vaga lungo la penisola turbando il sonno di molti italiani si chiama patrimoniale, una tassa che in caso di fallimento del Paese colpirebbe i risparmi delle famiglie, falcidiandone il patrimonio.
Lionel Messi e Cristiano Ronaldo (Anadolu/Getty Images)
La Corte di giustizia Ue: blaugrana, blancos, Osasuna e Atletico Bilbao hanno avuto privilegi fiscali per 30 anni. Le big iberiche hanno anche beneficiato dei salvataggi bancari del 2013. Mentre qui si preparavano i bail in...
iStock
  • Molti segnali lasciano intendere che sia alle porte il rischio di un aumento vertiginoso dei prezzi come accadde negli anni di Weimar. Succede quando la capacità produttiva di un Paese viene affossata. Per scongiurare il pericolo occorre salvare più aziende possibili.
  • Oltre 2 milioni di famiglie in povertà. Colpite maggiormente le famiglie numerose. Ma avere i nonni diventa una risorsa.

Lo speciale contiene due articoli.

In diretta dal lunedì al venerdì alle 7 del mattino e alle 7 di sera
Ascolta tutti i nostri podcast
Guarda tutti i nostri video

Scopri La Verità

Registrati per leggere gratuitamente per 30 minuti i nostri contenuti.
Leggi gratis per 30 minuti

Nuove storie

Trending Topics

Change privacy settings