«Giorgia Meloni a testa in giù? Non è odio»

  • Tra i membri della commissione ministeriale che deve vigilare sui programmi di Storia c'è Alberto Melloni, che sui social difende il collega scoperto a ironizzare sui libri «capovolti» della leader di FdI. Anche gli studenti di sinistra si schierano col prof insultatore.
  • Twitter etichetterà le notizie come vere o false. Ma dopo il caso Trump, c'è poco da fidarsi.

Lo speciale contiene due articoli.

Saverio Raimondo (Sergione Infuso/Corbis via Getty Images)
Il protagonista de Il satiro parlante: «Il moralismo d'accatto che ci circonda m'ispira, sono un saltatore d'ostacoli. Trovo ipocriti i colleghi che elencano tutti i casi di censura. Fedez? Lì forse pure troppa libertà».
Beppe Sala (Mairo Cinquetti/NurPhoto via Getty Images)
  • Il sindaco tuona contro una conferenza dedicata agli stupri sistematici contro le donne italiane perpetrati dagli africani dell'esercito francese negli anni Quaranta. E alla fine l'evento viene annullato «causa Covid».
  • Due magrebini aggrediscono una donna al Duomo, un undicenne rapinato ai piedi del Bosco verticale, risse alla Loggia dei Mercanti: la città ormai è fuori controllo.

Lo speciale contiene due articoli.

Le Firme
In diretta dal lunedì al venerdì alle 7 del mattino e alle 7 di sera
Ascolta tutti i nostri podcast
Guarda tutti i nostri video

Scopri La Verità

Registrati per leggere gratuitamente per 30 minuti i nostri contenuti.
Leggi gratis per 30 minuti
Nuove storie
Trending Topics
Change privacy settings