Lascia anche il segretario della Difesa di Trump: voleva restare in Siria

True

Nuovo scossone nell'amministrazione Trump. Il Segretario alla Difesa, il generale James Mattis, ha annunciato ieri le sue dimissioni, che diventeranno effettive a partire dal 28 febbraio 2019. La notizia arriva emblematicamente dopo le tensioni esplose a seguito dell'intenzione, dichiarata dal presidente, di ritirare le truppe statunitensi dal territorio di Damasco. Una scelta che il Pentagono ha subito mostrato di non condividere, ritrovandosi di fatto spalleggiato da svariati senatori dello stesso Partito Repubblicano (come Marco Rubio e Lindsey Graham).

Getty images
L'enciclica di Leone XIII colse le storture del sistema capitalistico. Ma ad esso oppose la dignità della famiglia, non la rivolta di classe
Daniele Franco (Ansa)
  • La proroga delle Dta al 2022 spinge alle nozze. I primi nodi riguardano Mps (avanza l'ipotesi spezzatino) e terzo polo, con il coinvolgimento delle Popolari. La lettiana Alessia Mosca entra nel cda di Crédit Agricole
  • Prime nomine in Borsa italiana e nelle controllate dopo l'acquisto da parte di Euronext, con un massiccio arrivo di manager transalpini. I timori del Copasir diventano realtà

Lo speciale contiene due articoli

In diretta dal lunedì al venerdì alle 7 del mattino e alle 7 di sera
Ascolta tutti i nostri podcast
Guarda tutti i nostri video

Scopri La Verità

Registrati per leggere gratuitamente per 30 minuti i nostri contenuti.
Leggi gratis per 30 minuti

Nuove storie

Trending Topics

Change privacy settings