La linea dura Ue sui pagamenti in rubli finita in burla nel giro di pochi giorni

La linea dura Ue sui pagamenti in rubli finita in burla nel giro di pochi giorni
Mario Draghi (Imagoeconomica)
Dal tedesco Olaf Scholz al francese Bruno Le Maire, fino al nostro Mario Draghi, tutti si erano opposti indignati al diktat di Vladimir Putin. Dopo i primi rubinetti chiusi, i propositi di indipendenza da Mosca sono già stati archiviati.
Si ripete lo scontro tra Usa e Russia. Ma stavolta l’obiettivo si chiama Cina
La nave russa «Anosov» seguita dalla Us Navy durante la crisi di Cuba del 1962 (Getty Images)
Nel 1962 le due superpotenze si sfidarono a Cuba con la crisi dei missili. Oggi l’America cerca di scardinare l’alleanza Pechino-Mosca mettendo fuori gioco quello che Washington ritiene l’anello debole. Ovvero Vladimir Putin.
Con i dem al potere tornano i venti di guerra
Ansa
Dopo la vittoria della sinistra americana a fine 2020, la Casa Bianca ha ricominciato ad alzare la tensione con Mosca. Finendo. il lavoro iniziato da Obama. A bruciare non è solo il flop afgano, il vero incubo statunitense è la saldatura tra Europa e Russia.
Le Firme
In diretta dal lunedì al venerdì alle 7 del mattino e alle 7 di sera
Ascolta tutti i nostri podcast
Guarda tutti i nostri video

Scopri La Verità

Registrati per leggere gratuitamente per 30 minuti i nostri contenuti.
Leggi gratis per 30 minuti
Nuove storie
Trending Topics
Change privacy settings