La Lega piega il M5s e vara le supermulte - La Verità
Home
In primo piano

La Lega piega il M5s e vara le supermulte

Ansa

Scontro interno alla maggioranza per gli emendamenti al decreto Sicurezza bis. I grillini hanno silurato la nuova formula che accentrava i poteri su Matteo Salvini, però il Carroccio porta a casa il vero obiettivo: contravvenzioni fino a 1 milione per le Ong.
In primo piano

Di Maio si vende anche le regionali: M5s alleato al «partito di Bibbiano»

Ansa

Sul voto in Umbria il pentastellato inventa la «giunta civica», ovvero il patto con i democratici. Gli stessi che poche settimane fa accusava di rubare i bambini. Nicola Zingaretti non vede l'ora: «È per il bene dei cittadini».
In primo piano

Claudio Borghi: «Governo destinato a fallire. È pieno di camerieri di Parigi»

Ansa

Il leghista: «Gualtieri è lo zerbino dell'Europa, che stabilisce i vincoli di bilancio in base alle simpatie politiche. Con Pd e M5s rischio patrimoniale: vogliono punire la ricchezza».
In primo piano

Comunisti, renziani e parenti vari: l’ultima infornata è un capolavoro

Viceministri e sottosegretari divisi al grammo fra M5s e Pd. La pattuglia del Bullo è foltissima, anche se Maria Elena Boschi frigna: «Nessun toscano». Stefano Buffagni al Mise, e Luigi Di Maio impone a Davide Casaleggio Laura Castelli al Mef.
In primo piano

Eppure c’eravamo tanto odiati: fra i sottosegretari volavano gli stracci

Online restano le testimonianze delle risse fra i neo nominati: foto false, insulti, accuse di golpe e pure botte in Parlamento.
In primo piano

Le donne sono poche, ma per niente buone

Ansa

Alessia Morani, renziana di seconda fascia, sottosegretario all'Economia: in tv teorizzò che i pensionati a corto di denaro devono ipotecarsi le case. Anna Ascani si è «autonominata» all'Istruzione mentre Laura Castelli, a forza di gaffe, ha ottenuto la conferma.
In primo piano

Nella guerra del M5s per i sottosegretari: Buffagni e la Castelli puntano il Mef

Ansa

  • Oggi l'elenco definitivo. Nuovo sgarbo di Luigi Di Maio verso Giuseppe Conte: convoca i responsabili economici grillini alla Farnesina.
  • L'invasione dei boiardi in quota Pd. Roberto Gualtieri vuole gli uomini di Pier Carlo Padoan. Cambio al Viminale: a capo del gabinetto potrebbe arrivare il neo prefetto di Milano.

Lo speciale comprende due articoli.

In primo piano

Primo successo di Conte in Europa: «Come previsto, nessun risultato»

Ansa

Lo staff della presidente Ursula von der Leyen certifica il flop del giro del premier a Bruxelles: «Come atteso, nessun esito concreto». Il premier fa il pieno di chiacchiere e «auspici» su flessibilità e immigrazione.
In primo piano

A Bruxelles puzzano i conti del Moviola

Ansa

Il dem Paolo Gentiloni, spedito in Europa a difendere i nostri interessi, non se la vedrà solo con il badante Valdis Dombrovskis. Lassù, infatti, ricordano i buchi lasciati da premier nel bilancio: debito pubblico aumentato e melina sull'Iva. Non è detto che passi l'esame...
In primo piano

Dal Gse al mercato libero, sull'energia i giallorossi rischiano il pantano

Contenuto esclusivo digitale

Ansa

  • Le aziende attendono ancora la lista di chi potrà abbandonare le tariffe tutelate nel luglio del 2020. I grillini vorrebbero prendere ancora tempo, la Lega premeva per una soluzione già a giugno, mentre il Partito democratico aveva a suo tempo velocizzato l'iter per le liberalizzazioni. A sorvegliare in Arera c'è Stefano Pesseghini, in quota Lega, nomina del governo gialloblu.
  • Nel gestore dei servizi energetici è il tutti contro tutti. A vuoto due consigli di amministrazione, con l'intervento a gamba tesa dei neo ministri Roberto Gualtieri e Stefano Patuanelli.

Lo speciale contiene due articoli