Rinvio almeno ad agosto. Il ddl Zan è mezzo morto e la sinistra dà di matto

Rinvio almeno ad agosto. Il ddl Zan è mezzo morto e la sinistra dà di matto
Ansa
L'ostruzionismo dei partiti contrari alla legge bavaglio e l'ostinazione di Enrico Letta affossano la norma: il Senato la rimanda ad agosto, ma è molto probabile che la discussione slitti a settembre. Per ripicca, il Pd scatena una grottesca caccia all'omofobo immaginario.
Federico Sboarina non si pente del mancato accordo con Flavio Tosi, che accusa Giorgia Meloni: «Scegliere il candidato sbagliato è il suicidio perfetto». Nella Lega non esulta nemmeno Luca Zaia. E Damiano Tommasi si tiene sempre lontano dalla sinistra.
Grillo ordina a Conte di sostenere Draghi
Beppe Grillo (Imagoeconomica)
Gelo con l’ex premier, bocciato su tutta la linea: il garante non vuole che il M5s esca dal governo e si è rimangiato la «micro deroga» alla regola interna che vieta le ricandidature dopo due mandati. Nessuna decisione per Giancarlo Cancelleri in Sicilia. In crisi anche il bilancio.
Le Firme
In diretta dal lunedì al venerdì alle 7 del mattino e alle 7 di sera
Ascolta tutti i nostri podcast
Guarda tutti i nostri video

Scopri La Verità

Registrati per leggere gratuitamente per 30 minuti i nostri contenuti.
Leggi gratis per 30 minuti
Nuove storie

L'autonomia tradita

Politica e affari
Trending Topics
Change privacy settings