Consulta, non illegittimo divieto Pma per coppie gay. Brandi e Coghe: «Bene Corte costituzionale: i figli non sono oggetti»

Consulta, non illegittimo divieto Pma per coppie gay. Brandi e Coghe: «Bene Corte costituzionale: i figli non sono oggetti»
Ansa

«Verità e giustizia sono arrivate. Nel pronunciamento della Corte costituzionale, che avrebbe ribadito che non esiste un diritto assoluto alla genitorialità delle coppie gay, vediamo concretizzate le nostre istanze a difesa del diritto dei minori, che viene sempre prima dei desideri bizzarri e delle voglie capricciose degli adulti». Così gli organizzatori del Congresso mondiale delle famiglie, Toni Brandi e Jacopo Coghe, alla guida dell'onlus Pro Vita e Famiglia. «Va rifiutato però a questo punto il principio stesso della Pma (procreazione medicalmente assistita), che significa creare in laboratorio bambini calpestando il loro diritto a non essere trattati come prodotti, e questo sia che si tratti di coppie omosessuali o no» hanno aggiunto Brandi e Coghe.

Il Ppe scarica i taxi del mare: serve un freno
Il leader del Partito popolare europeo, Manfred Weber (Ansa)
Il leader del Partito popolare europeo, Manfred Weber, attacca la gestione comunitaria dei migranti: viviamo una crisi e l’Ue dorme. Apertura alla costruzione di una barriera a Est. Bordate alla politica dei porti aperti pure dalla Svezia: «Siamo al collasso».
Le casalinghe si coalizzano per sopravvivere
Getty images
Dilaga online il fenomeno delle «Trad Wife»: donne che scelgono di accudire la casa e la famiglia invece di tuffarsi nella carriera. Il mondo progressista le mette in croce, arrivando al paradosso di bollare la loro autodeterminazione come «non femminista».
Già l’anno scorso Madrid aveva resistito all’orso russo perdendo l’1,5%, contro il -10% dei partner dell’Unione. Ora le attese sono alte per un Paese poco dipendente dal gas e pronto a recuperare ciò che il virus gli ha tolto.
Il Papa su Ratzinger: «Schiavo del sistema»
Ansa
In un’intervista all’Ap, Francesco dipinge Benedetto XVI come costretto nella parte dell’«emerito»: «Non era del tutto libero». E dopo aver bollato le critiche che riceve («eruzioni cutanee»), spiega che l’omosessualità «non è un crimine, ma un peccato».
Le Firme
In diretta dal lunedì al venerdì alle 7 del mattino e alle 7 di sera
Ascolta tutti i nostri podcast
Guarda tutti i nostri video

Scopri La Verità

Registrati per leggere gratuitamente per 30 minuti i nostri contenuti.
Leggi gratis per 30 minuti
Nuove storie
Change privacy settings