Il bluff di Conte l’hanno capito tutti. Il partito sta solo nella sua fantasia

Il bluff di Conte l’hanno capito tutti. Il partito sta solo nella sua fantasia
Giuseppe Conte (Simona Granati - Corbis/Getty Images)
Adesso anche i giornaloni cominciano ad accorgersi del bluff di Giuseppe Conte. Fino all'altro ieri attribuivano in coro all'ex avvocato del popolo una messe sconfinata di voti, con la quale il fu presidente del Consiglio avrebbe minacciato di svuotare il granaio di consensi dei 5 stelle nel caso avesse deciso di fare un partito. Tuttavia, più passano i giorni e più i potenziali sostenitori del nuovo movimento si riducono e con essi anche le possibilità di forzare la mano a Beppe Grillo.
Ora a decidere la partita Mediobanca oltre alla Bce sarà la crisi economica
Alberto Nagel (Imagoeconomica)
L’attuale ad di Essilux riceve il mandato di tirare dritto su Piazzetta Cuccia e sulle Generali. L’assalto frontale è complicato dalle norme Ue, e le cordate di imprenditori sono frenate dalla tempesta finanziaria in arrivo.
La moglie Nicoletta prima azionista e Milleri diventa capo per statuto
Nicoletta Zampillo (Getty images)
La successione sembra blindata, ma per modifiche servirà la maggioranza assoluta.
Le Firme
In diretta dal lunedì al venerdì alle 7 del mattino e alle 7 di sera
Ascolta tutti i nostri podcast
Guarda tutti i nostri video

Scopri La Verità

Registrati per leggere gratuitamente per 30 minuti i nostri contenuti.
Leggi gratis per 30 minuti
Nuove storie

L'autonomia tradita

Politica e affari
Trending Topics
Change privacy settings