La Verità - L'editoriale
In primo piano

La tassa occulta aiuta l’azienda gradita a Renzi

LaPresse

Chi ha buona memoria non farà fatica a ricordare il coro di commenti che puntavano a minimizzare la tassa sui sacchetti del supermercato. A introdurre l'imposta fu una leggina varata nel 2017, mentre gli italiani erano distratti dalle vacanze di agosto.

In primo piano

Finita la tregua, chi sgarra dovrà pagare

LaPresse

La caciara della sinistra contro un classico condono è ipocrita: fare emergere il sommerso con mano benevola è prassi cara anche ai governi rossi. Persino Beppe Grillo ne ha approfittato. L'importante, però, è non abusarne a danno dei contribuenti onesti.
In primo piano

Le multinazionali faranno festa di domenica

L'intento di Luigi Di Maio è nobile: difendere il lavoro dei giovani dallo sfruttamento. Ma imporre le serrate sarà un regalo per i big del commercio on line, Amazon in testa. Una volpe come Oscar Farinetti lo ha capito: lui però teme per gli incassi, non per i lavoratori.
In primo piano

Nel Pd si fanno la guerra con le cene. Finiranno tutti sul carrello dei bolliti

LaPresse

La notizia è di quelle che fanno tremare le vene dei polsi. Paolo Gentiloni, già ministro degli Esteri e presidente del Consiglio, Marco Minniti, ex numero uno del Viminale, e Matteo Renzi, fu premier e fu segretario del Pd, hanno deciso di accettare l'invito a cena di Carlo Calenda, che nei governi guidati dal primo e dal terzo è stato ministro allo Sviluppo economico, mentre del secondo solo compagno di banco.

In primo piano

Alla sinistra resta il ministro dei miliardari

LaPresse

Jean Asselborn ha interrotto il nostro vicepremier Matteo Salvini, esclamando «merde» e dandogli del fascista. Tanto è bastato a farne un paladino anti Salvini. Peccato che il lussemburghese sia ben poco «rosso»: governa una nazione di ricconi che respinge chi è senza denaro.
In primo piano

Autostrade chiede ai dipendenti i risarcimenti per i morti del ponte

LaPresse

L'azienda propone al personale di devolvere alcune ore del proprio lavoro in favore delle famiglie delle 43 vittime del crollo del viadotto Morandi. Ancora una volta i Benetton si dimostrano insensibili.
In primo piano

L’Air force precipita sul Bullo. Adesso taccia, è meglio per lui

LaPresse

L'inchiesta sull'Airbus arriva dopo l'ennesima stoccata ai gialloblù. Come sempre, dai genitori indagati alla villa, gli attacchi dell'ex premier diventano dei boomerang.
In primo piano

La Francia ci dichiara guerra

LaPresse

Pierre Moscovici, socialista fallito, insulta l'Italia e ci fa la morale su fascismo e conti. Proprio mentre Parigi sfora il 3% e pensa al reddito di cittadinanza. È solo l'antipasto: il caso Orban mostra che a Bruxelles la democrazia sta diventando un guaio.

In primo piano

Non ci sarà uno scisma, ma un sisma. Bergoglio dovrà agire

LaPresse

Gerarchia riunita in fretta sull'emergenza molestie. Significa che la Santa Sede non trascura lo sconcerto provocato dagli scandali. Però pregare per nascondere la vergogna non basta più: serve un cambiamento.
In primo piano

Il peggior nemico è interno. E Benedetto l’aveva capito

LaPresse

Padre Georg non nomina Carlo Maria Viganò, ma il riferimento al «senso di vergogna» espresso dal Papa tedesco negli Usa è scelto con cura. E non a caso non parla ai media vaticani.