vaccini covid

Solo l’8% si dichiara no vax, ma il 21% crede che il siero non porti benefici. Sei su 10 rifiutano di inocularsi ancora (e il 17% è incerto). Tra i motivi, le reazioni avverse patite con le precedenti iniezioni. Lo afferma addirittura il 10%: secondo l’Aifa sarebbero solo lo 0,09%. L’indagine parlamentare è sempre più urgente.
Riecco il tamponificio negli ospedali: test coatto anche per un raffreddore
Orazio Schillaci (Ansa)
  • Il ministero reintroduce l’obbligo di screening per l’ingresso nelle strutture sanitarie, per chiunque abbia sintomi respiratori, malgrado la crescita dei ricoveri stia rallentando. Così le corsie si intaseranno di nuovo.
  • Secondo stime al ribasso, i Paesi europei hanno sprecato 215 milioni di dosi, quasi una per cittadino. Ma i contratti firmati da Bruxelles prevedono acquisti fino al 2027.

Lo speciale contiene due articoli.

Nel 2022 il gruppo ha donato oltre 13 milioni. Fra i beneficiari anche enti che si occupano di cardiologia e di oncologia, ovvero di quelle patologie che sono aumentate dopo le inoculazioni. Fondi pure ai pediatri.
Un Nobel per blindare i vaccini anti Covid
Katalin Karikó e Drew Weissman (P.Peterson/Penn University)
Katalin Karikó, premiata con Weissman, ha alle spalle anni di fallimenti e finanziamenti tagliati. Fino alla sua entrata in Biontech e l’accelerata, causa pandemia, ai sieri a mRna. Su cui si baseranno i prossimi farmaci, malgrado i dubbi negli ambienti scientifici.
L’Anagrafe vaccinale è un cimitero di errori
Imagoeconomica
«La Verità» ha analizzato con un ingegnere informatico il file che riporta i nomi di 45 milioni di italiani che hanno fatto la puntura: nel campione selezionato viene segnalato appena l’8% dei decessi.
Le Firme

Scopri La Verità

Registrati per leggere gratuitamente per 30 minuti i nostri contenuti.
Leggi gratis per 30 minuti
Nuove storie
Change privacy settings