Tag page

iStock
I politici dovrebbero fare un uso parsimonioso di Twitter. O per lo meno dovrebbero spiegare ai collaboratori, che per conto loro twittano sul più diffuso social media, che le parole vanno misurate, perché una volta scritte rimangono lì, scolpite per sempre nel web e cancellarle è impossibile. Internet è uno strumento meraviglioso, perché ti consente di essere continuamente informato e allo stesso tempo ti permette di essere sempre connesso con i tuoi sostenitori. Ma l'online è anche pericoloso, perché la fretta di dichiarare, di parlare al proprio popolo e «restare in contatto», spesso fa dire sciocchezze.
Giovanni Toti (Ansa)
Tweet del governatore ligure: «Su 25 decessi, 22 erano in pensione» e quindi non utili «allo sforzo produttivo del Paese». Poi spiega che è stato un errore del media manager.
Luca Zaia (Ansa)
Il Covid ha resuscitato outsider come Vincenzo De Luca ed Michele Emiliano, mentre Giovanni Toti e Luca Zaia già godevano dell'apprezzamento dei concittadini Immaginare un partito dei governatori, però, è un errore: semmai, ciò che emerge dalle urne è che le Regioni vogliono fare da sé.
In diretta dal lunedì al venerdì alle 7 del mattino e alle 7 di sera
Ascolta tutti i nostri podcast
Guarda tutti i nostri video

Scopri La Verità

Registrati per leggere gratuitamente per 30 minuti i nostri contenuti.
Leggi gratis per 30 minuti

Nuove storie

I due nemici tornano in campo

Politica e affari

Trending Topics

Change privacy settings