stellantis fca

Dopo 220 miliardi di aiuti, Fiat ceduta a Parigi
Imagoeconomica
Per almeno 40 anni gli Agnelli hanno incassato i nostri contributi, il ringraziamento è la vendita a Peugeot.
Ora Urso avverte Stellantis: incentivi se produci in Italia. Lo Stato socio costa 7 miliardi
imagoeonomica
Il ministro: molti fondi vanno ai loro veicoli realizzati fuori. Dubbi sulla partecipazione pubblica: comanda la Francia. Maurizio Landini: «Lo diciamo da tempo». Ma chi l’ha sentito?
Urso: «Rifare il sistema incentivi. Se no finiscono a Stellantis estero»
Adolfo Urso (Ansa)
  • Il ministro: «Il gruppo ne incamera il 40% ma produce poche auto a batteria nei nostri confini. La giungla degli aiuti: sono quasi 2.000 mal organizzati e non danno effetti. La Ue riveda i dossier Euro 7 e veicoli pesanti».
  • Il colosso del trading Trafigura, coinvolto anche nell’acquisizione di Priolo, otterrà il prestito avallato da Sace. Recupererà forniture da vendere alle aziende italiane.

Lo speciale contiene due articoli

Con gli aiuti promessi a Stellantis rischiamo di finanziare i francesi
Ansa
Confermato il sostegno all’impresa, controllata da Peugeot e Parigi. Adolfo Urso: «Investire anche nella filiera italiana». Sulle fabbriche, però, ci sono poche garanzie. E quella del Chietino si ferma per carenza di chip.
Solo ora il governo si accorge di Stellantis
Maurizio Landini (Ansa)
  • A giochi ormai fatti, il sottosegretario all'Economia, Antonio Misiani, paventa l'ingresso pubblico nel gruppo nato dalla fusione tra Fca e Psa. Il ceo Carlos Tavares rassicura i sindacati, ma è impossibile che il colosso automobilistico faccia i nostri interessi e non quelli dei francesi
  • Prima operazione all'estero del gruppo di Matteo Del Fante per potenziare l'e-commerce

Lo speciale contiene due articoli

Le Firme

Scopri La Verità

Registrati per leggere gratuitamente per 30 minuti i nostri contenuti.
Leggi gratis per 30 minuti
Nuove storie
Change privacy settings