marcello veneziani

«Droga libera». La triste guerra rimasta alla sinistra
iStock
Giornalisti, politici e gente dello spettacolo stanno pian piano imponendo come «normale» il consumo degli stupefacenti. Forse perché in quei traffici confluiscono due temi sensibili: i racket legati all'immigrazione e la visione del mondo libertaria.
Il riflesso condizionato della sinistra: chiunque la batta è un criminale
Ansa
Matteo Salvini è trattato da delinquente in base a uno schema consolidato: dopo le stangate elettorali, i progressisti mirano a demonizzare i rivali politici. Toccò a Silvio Berlusconi e, prima ancora, a Cossiga, Almirante e Leone.
Le Firme
In diretta dal lunedì al venerdì alle 7 del mattino e alle 7 di sera
Ascolta tutti i nostri podcast
Guarda tutti i nostri video

Scopri La Verità

Registrati per leggere gratuitamente per 30 minuti i nostri contenuti.
Leggi gratis per 30 minuti
Nuove storie
Trending Topics
Change privacy settings