filorussi

Miracolo di Kiev: fa cambiare i libri faziosi
(IStock)
Scoppia il caso dei testi scolastici bollati come «filo putiniani» per via delle ricostruzioni dei rapporti tra Ucraina e Russia. Sono anni che segnaliamo i sussidiari intrisi di ideologia. Solo stavolta, però, gli editori corrono ai ripari e si muove il ministero.
La sinistra odia solo il manganello degli altri
Scontri tra manifestanti e Polizia al porto di Trieste nell'ottobre 2021 (Ansa)
Che si tratti di repressione di piazza o di censura delle voci scomode, i progressisti si attivano secondo logiche tribali. Se ci rimette uno dei loro, si indignano. Se i portuali protestano contro le restrizioni o Zelensky chiede liste di proscrizione, tifano bastonature.
Putin apre ai colloqui ma avverte la Nato: «Catastrofe globale se inviate truppe»
Vladimir Putin (Getty Images)
  • Lo zar allontana l’incontro con Biden: «Non è necessario» Iniziato in Bielorussia il dispiegamento delle forze congiunte.
  • Mosca evacua i civili della regione annessa di Kherson. Addestramento Ue agli ucraini da novembre.

Lo speciale contiene due articoli.

Se c’è Augias, la sinistra rifiuta le schedature
Corrado Augias (Imagoeconomica)
Gaffe del Pd, che sponsorizza un altro documento sui fantomatici network putiniani in cui si tira in ballo l’anziano giornalista. Repubblica si indigna, ma quando a finire nelle liste di proscrizione erano gli altri nessuno aveva nulla da obiettare.
R&R, le quinte colonne filorusse infiltrate nel palazzo di via Solferino
Federico Rampini e Sergio Romano (Ansa)
Sergio Romano insinua dubbi sulla strategia delle sanzioni europee contro Mosca. Federico Rampini mette in guardia dal costruire una pericolosa dipendenza da sauditi e Cina. Anche loro finiranno nelle liste di proscrizione?
Le Firme

Scopri La Verità

Registrati per leggere gratuitamente per 30 minuti i nostri contenuti.
Leggi gratis per 30 minuti
Nuove storie
Change privacy settings