contagi covid

Le virostar tornano a pontificare dal pulpito di tutti i loro errori
Sergio Abrignani (Ansa)
L’aumento dei contagi riporta in prima pagina gli esperti. Sergio Abrignani, dopo aver detto che la terza dose ci avrebbe protetti per dieci anni, ora sponsorizza la quarta. All’orizzonte ricompare il green pass.
Dal primo maggio, senza obblighi di bavagli, il tasso di positivi è crollato. E la più alta incidenza d’infezioni si trova tra i giovani in età scolare, ancora costretti a metterseli.
Più contagi tra i bimbi che si sono vaccinati. E l’Iss nasconde le cifre
Ansa
La protezione riduce i ricoveri, ma nella fascia 5-11 è più frequente l’infezione in chi ha il farmaco. Il dato sparisce.
Secondo i dati Iss, a marzo l’ incidenza dei casi negli under 12 inoculati è stata del 4,7%, rispetto al 4,3% dei coetanei senza iniezione. I numeri smentiscono Sergio Abrignani (Cts) che nelle nelle scorse settimane riconduceva l’aumento dei contagi ai piccoli privi di puntura.
Il cortocircuito dei tifosi dell’emergenza
Ansa
  • Per gli «esperti», i casi salgono a causa degli ultimi alleggerimenti. Che tuttavia sono stati minimi, mentre l’impalcatura dei diktat più duri è rimasta intatta. Eppure, di fronte all’inutilità dei divieti, si invocano ancora limitazioni e vaccinazione di massa per i bimbi.
  • Richiesta illegittima del green pass: lavoratrice sospesa sarà risarcita. La sentenza a Firenze: l’azienda impose di esibire la card quando non era obbligatoria.

Lo speciale contiene due articoli.

Le Firme
In diretta dal lunedì al venerdì alle 7 del mattino e alle 7 di sera
Ascolta tutti i nostri podcast
Guarda tutti i nostri video

Scopri La Verità

Registrati per leggere gratuitamente per 30 minuti i nostri contenuti.
Leggi gratis per 30 minuti
Nuove storie
Trending Topics
Change privacy settings