Il Regime in Redazione in edicola con La Verità e Panorama

Default Theme

Stranieri malvagi e luoghi maledetti: quando il radical chic muore sullo schermo

True

Paura del diverso? Ma quando mai. Confini da non attraversare, antiche divinità da rispettare, luoghi che sarebbe meglio non profanare? Roba da bifolchi superstiziosi. Del resto «il razzismo si cura viaggiando», no? Non nei film. O, meglio, nella maggior parte dei film, quelli almeno non esplicitamente pensati per dispensare una morale buonista. Ma, pellicole impegnate a parte, le leggi del grande schermo sono chiare: essere troppo emancipati e fiduciosi nel prossimo non paga mai. E, spesso, il radical chic è quello che fa la fine peggiore di tutte.

Twitter si inventò un finto hacker per censurare lo scoop anti Biden
Ansa
Nel 2020, il social oscurò le notizie sugli affari sporchi del figlio del leader dem usando la scusa (priva di prove) che arrivassero da pirati informatici. Erano i politici liberal a chiedere di controllare e cancellare i cinguettii.
Lo studio che smonta le balle di Abrignani
Nel riquadro Sergio Abrignani (Ansa)
  • Un paper tedesco mostra che su 25 decessi analizzati, tre sono stati l’esito di miocardite causata dal vaccino. I soggetti sono tutti morti entro una settimana dalla puntura. Alla faccia dell’ex membro del Cts, che assicurava: «Mai registrati effetti avversi mortali».
  • La decisione della Consulta va in senso opposto ai dati dell’Iss. Cmsi: «Numeri dell’Istituto usati per provare l’efficacia dei sieri. Ma dicono il contrario».

Lo speciale contiene due articoli.

Le sentenze chiave delle toghe Usa
Ansa
L’Alta corte statunitense ha bocciato l’obbligo di vaccino nelle grandi aziende. Quelle locali si sono adeguate. E i colleghi newyorchesi hanno reintegrato agenti e medici.
La grande lezione americana ai nostri custodi del regime
John Glover Roberts Jr. ,presidente della Corte Suprema degli Stati Uniti (Ansa)

Il paragone tra la Consulta e la Corte suprema di New York su casi simili è impietoso: negli Usa le toghe hanno difeso le libertà, notando l’ovvio: il vaccino non ferma il contagio. Da noi hanno difeso Roberto Speranza.

Le Firme
In diretta dal lunedì al venerdì alle 7 del mattino e alle 7 di sera
Ascolta tutti i nostri podcast
Guarda tutti i nostri video

Scopri La Verità

Registrati per leggere gratuitamente per 30 minuti i nostri contenuti.
Leggi gratis per 30 minuti
Nuove storie
Trending Topics
Change privacy settings