Spacciano per il trionfo dell’Europa un governicchio della «non sfiducia»

Spacciano per il trionfo dell’Europa un governicchio della «non sfiducia»
Ansa
  • A Bruxelles si sentono fuori pericolo, ma le votazioni iberiche registrano la fine del bipolarismo della Madrid postfranchista. E il flop dei popolari porterà il Ppe dall'intesa con i socialdemocratici a quella con i sovranisti.
  • I socialisti hanno vinto le elezioni ma non hanno i numeri per governare. Servirà un patto allargato anche ai baschi o un asse con Ciudadanos, all'ombra di George Soros.
  • Nessun compromesso con i separatisti e linea dura sull'immigrazione, strizzando l'occhio a Donald Trump. Il partito di Santiago Abascal è balzato da zero a 10%, conquistando 24 seggi.

Lo speciale contiene tre articoli

Francesco Baroni è il nuovo presidente di Assolavoro
Nel riquadro il presidente di Assolavoro, Francesco Baroni (Ansa)

Il country manager di Gi Group Holding Italia prende il posto di Alessandro Ramazza: «Bene le scelte del governo sul contratto a tempo determinato. Confermiamo la piena disponibilità a collaborare sul piano istituzionale per un mondo del lavoro sempre più competitivo e inclusivo».

  • Esenzioni per seconde case e quelle sotto i 50 mq sono trappole. Ora il governo trovi alleati in Europa per far saltare la riforma.
  • Sebastian Münzenmaier, vicepresidente dei parlamentari di Afd: «Affitti insostenibili nelle città. E le associazioni di categoria criticano gli alti costi che la direttiva implica».

Lo speciale contiene due articoli.

Sul vino si rischia una battaglia diplomatica
Ursula von der Leyen (Ansa)
L’Irlanda respinge il documento di Italia, Francia e Spagna e non ferma l’etichettatura delle bottiglie in stile sigarette. Ammettendo di aver avuto l’ok della Commissione europea. Così a Roma la Camera impegna il governo a ricorrere al Wto e alla Corte di giustizia.
Quando gli anarchici italiani diventarono fascisti. Un capitolo storico dimenticato
Benito Mussolini nel 1904. Dall'alto: Leandro Arpinati e Edoardo Malusardi (Getty Images)

La storia dell’anarchismo italiano del primo Novecento è più stratificata di quanto non si creda. Una pagina poco ricordata è quella che vide molti seguaci di Bakunin schierarsi al fianco di Benito Mussolini.

Continua a leggereRiduci
Le Firme
In diretta dal lunedì al venerdì alle 7 del mattino e alle 7 di sera
Ascolta tutti i nostri podcast
Guarda tutti i nostri video

Scopri La Verità

Registrati per leggere gratuitamente per 30 minuti i nostri contenuti.
Leggi gratis per 30 minuti
Nuove storie
Change privacy settings