Scandalo Bibbiano, Congresso mondiale Famiglie: «Bene Fontana, attenzione anche ai patrocini. Che dice Spadafora?»

Scandalo Bibbiano, Congresso mondiale Famiglie: «Bene Fontana, attenzione anche ai patrocini. Che dice Spadafora?»
Ansa

«Accogliamo con sollievo il sì alla procedura accelerata per la proposta di una commissione d'inchiesta sulle case famiglia sostenuta dal ministro della Famiglia Lorenzo Fontana. Ma non basta. Qualcuno ora ci deve spiegare come mai i convegni dell'Associazione Hansel e Gretel erano patrocinati da enti pubblici con tanta leggerezza. Occorre correggere certi criteri di assegnazione del patrocinio, concessi dalle istituzioni con estrema facilità ad associazioni legate anche al mondo Lgbt» hanno dichiarato Toni Brandi e Jacopo Coghe, presidente e vice presidente di Pro Vita e Famiglia e del Congresso mondiale delle Famiglie.

«Nello specifico, per esempio, il convegno "Nuovi strumenti per aiutare i bambini e gli adulti nella cura e nel cambiamento", era patrocinato dal Comune di Torino» - incalzano Brandi e Coghe - «guidato dal sindaco grillino e 'arcobaleno' Chiara Appendino. Il convegno era finalizzato 'ad inquadrare l'intelligenza emotiva come strumento volto a limare le discriminazioni, proponendo una politica all'ascolto e all'astensione del giudizio (…)'". Ora basta con l'indottrinamento dei bambini la cui intimità e affettività non va incanalata da nessuno».

Poi un'altra domanda: «Ricordiamo che contro il Congresso di Verona, che parlava di aiuti alle famiglie, il sottosegretario Vincenzo Spadafora partì con un attacco senza precedenti e irrispettoso nei confronti dei partecipanti alla nostra Kermesse, persone con figli al seguito che chiedevano sostegno e tutele. Ha da dire qualcosa, come collega di partito alla Appendino dopo lo scandalo di Bibbiano?».

«Prima di tutto la protezione dei minori e delle famiglie. L'importante è che emergano le contraddizioni e le ombre di un sistema che è apparso in tutta la sua pericolosità».

Berlusconi c’è, azzurri sopra l’8%
Silvio Berlusconi (Ansa)
Il Cav alza l’asticella all’uscita dai seggi: «Voglio più voti della Lega». E il sogno dopo gli scrutini non sembra più un’utopia. Poi guarda al futuro: «Sarò io il regista».
Flop di Salvini: il Carroccio sbanda. La resa dei conti è dietro l’angolo
Ansa
Il Capitano resta staccato da Fratelli d’Italia, anche in Lombardia e Veneto. Il dato sotto il 10% è uno choc. Con l’8,8% ottenere la guida del Viminale non è più scontato. Netto lo scotto per aver sostenuto Mario Draghi.
Il tempo della Meloni
Giorgia Meloni (Ansa)

Il centrodestra ottiene una evidente maggioranza (44%) Fdi vola oltre il 25%, tiene bene Forza Italia, cede la Lega. La coalizione di centrosinistra si ferma intorno al 26%. Risultato molto deludente per Carlo Calenda e Matteo Renzi. I grillini superano il 15%. Cresce ancora l’astensionismo: hanno votato appena sei aventi diritto su 10.

Ora speriamo che non ci siano scherzi da... Quirinale
Sergio Mattarella (Ansa)
Il Quirinale (muto sulle minacce di Ursula von der Leyen) non metta paletti ai vincitori.
Le Firme
In diretta dal lunedì al venerdì alle 7 del mattino e alle 7 di sera
Ascolta tutti i nostri podcast
Guarda tutti i nostri video

Scopri La Verità

Registrati per leggere gratuitamente per 30 minuti i nostri contenuti.
Leggi gratis per 30 minuti
Nuove storie
Trending Topics
Change privacy settings