Re Vittorio abbandonò Roma per difenderla

Re Vittorio abbandonò Roma per difenderla
A 70 anni dal settembre 1943 la vicenda va riletta nella sua oggettività. Re Vittorio, il sovrano soldato, non fuggì, ma fu costretto ad andarsene. Poté così esercitare le sue funzioni da uomo libero ed evitare la vendetta di Adolf Hitler, che avrebbe altrimenti distrutto la città eterna.
Francesco Alberoni: «Draghi è un podestà. La sua fortuna è il legame con gli Usa»
Francesco Alberoni (Ansa)
Il sociologo: «È un nuovo Keynes, fa soltanto una politica di spesa senza badare ai debiti. Il prossimo presidente? Non m’interessa»
Martino Mora: «Ho difeso la scuola, altro che mostro»
Martino Mora
Il prof sotto attacco per aver punito uno studente in gonna: «Non è con le buffonate che si combatte la violenza sulle donne. Dietro la lotta contro le discriminazioni c’è una guerra per l’esclusione. Di chi non si conforma»
Le Firme
In diretta dal lunedì al venerdì alle 7 del mattino e alle 7 di sera
Ascolta tutti i nostri podcast
Guarda tutti i nostri video

Scopri La Verità

Registrati per leggere gratuitamente per 30 minuti i nostri contenuti.
Leggi gratis per 30 minuti
Nuove storie

Made in Italy
Trending Topics
Change privacy settings