Salvini mi ricorda il dottor Jekyll e il signor Hyde - La Verità
Le Firme
In primo piano

Salvini mi ricorda il dottor Jekyll e il signor Hyde

ANSA

Possiamo fidarci di Matteo Salvini, il padre padrone della Lega, uno dei vincitori delle ultime elezioni, il politico che sembra riuscito a fare del suo partito qualcosa di diverso della combriccola nordista destinata a non contare niente? Il sottoscritto pensa proprio di no, assolutamente no. Nessuna fiducia, anzi la convinzione che sia meglio girare al largo da questo signore che ha un concetto troppo alto di sé stesso.
In primo piano

Scalfarotto si fionda dai criminali. È troppo persino per il suo partito

Ansa

L'onorevole visita in galera gli americani accusati per l'omicidio del carabiniere Mario Cerciello Rega, al fine di sincerarsi che siano trattati bene. Critiche anche da dentro il Pd, Nicola Zingaretti: «Ha agito per conto proprio».
In primo piano

Con l’alluminio il rendimento è basso tranne per chi vuole giocare in Borsa

  • Fondi ed Etf garantiscono guadagni limitati, mentre le azioni, molto rischiose, arrivano a +90% in un anno L'appello delle aziende europee contro i dazi all'importazione: «Eliminateli o le piccole imprese spariranno».
  • I vantaggi del metallo leggero però non sono legati soltanto alla salvaguardia dell'ambiente bensì anche alle performance dell'auto.

Lo speciale contiene due articoli

In primo piano

Giampaolo Pansa: «Attenti: arriva il governo tecnico. E ad appoggiarlo saranno i militari»

ANSA

Il giornalista che ha riportato il Bestiario su «Panorama»: «Salvini-Di Maio? Non durano. La sinistra? Morta. Dopo vedo solo un esecutivo sostenuto dall'esercito. O dalla Guardia di finanza, vero terrore degli italiani».
In primo piano

Se c’è Salvini è colpa di Renzi e delle zitelle di sinistra

ANSA

Il leader leghista rappresenta un pericolo perché è un terribile presuntuoso. Ma c'è chi ha spianato la strada al suo progetto di diventare il generalissimo di una nuova Casta.
In primo piano

Lo strapotere dei leghisti si è scatenato nel vuoto Pd

ANSA

Matteo Salvini, ormai onnivoro, ha prevalso anche su Luigi Di Maio. Grazie alla complicità dei dem che si sono dissolti con Matteo Renzi, il giglio magico e lo squadrone di donne prime della classe.
In primo piano

La «caccia» a Salvini è giusta: ha troppo potere

ANSA

Venerdì 8 giugno l'articolo di fondo scritto da Maurizio Belpietro per La Verità recitava: «Il nuovo sport nazionale? Caccia a Salvini». E a pagina 3 la conclusione del pezzo aveva un titolo ancora più aspro: «In Italia se non spari su Salvini, non sei nessuno». Da semplice collaboratore settimanale della Verità, che ringrazio poiché ospita da anni il mio Bestiario, le affermazioni di Belpietro mi hanno costretto a un esame di coscienza. Mi sono domandato: caro Giampaolo, alla tua bella età sei diventato un killer che spara giudizi velenosi invece di pallottole? E seguiti a lavorare per un quotidiano che, secondo la penna del suo direttore, ritiene che i leader politici siano intoccabili e non possano essere criticati anche con durezza?

In primo piano

Con tutti questi professori prestati al Palazzo l’università va a ramengo

ANSA

Il docente premier incaricato dà un pessimo messaggio ai giovani: la ricerca passa in secondo piano se dalla politica arriva un'offerta. Ma così il Paese non può crescere.
In primo piano

Con Gigino e Mr Felpa, addio centrodestra

ANSA

Basta guardarli in faccia i due compari del contratto di governo per intuire che, prima o poi, andranno a sbattere. E con loro andranno a sbattere anche i nostri risparmi, cancellati a forza di patrimoniali e di spese inutili, oppure di risparmi non affrontati. Luigi Di Maio ha l'aspetto del seminarista che ha deciso di abbandonare la via del Signore per darsi alla pazza gioia fra case di piacere e tabarin di lusso con femmine di prima classe. E siccome non gli mancano i conquibus, è andato dal sarto più costoso di Napoli per farsi confezionare un corredo di monopetti sublimi. Travestito da miliardario, adesso frequenta anche l'ultimo studio televisivo per spiegare che i 5 stelle stanno scrivendo la storia. Avete capito bene: niente di meno della storia! E dunque meriteranno un posto di prima fila sull'altare della Patria.
In primo piano

Vedo nascere la terza repubblica. Ma avrà i difetti del pentapartito

ANSA

Sulle prime sembrava uno stupido scherzo, poi si è rivelato una tragica realtà. Sto parlando del governo che dovrebbe nascere quanto prima. Il frutto della colpa, pardon, dell'alleanza imprevista e innaturale fra due partiti che si erano sempre combattuti, insultati, sputacchiati, diffamati. Intendo i 5 stelle guidati da Luigi Di Maio e la Lega di Matteo Salvini. I lettori della Verità conoscono l'antefatto della tragedia: la crisi del Partito democratico, condotto nel baratro da una sconfitta elettorale. L'ultima eredità di un leader politico, Matteo Renzi, un tipo astuto che aveva ingannato migliaia di brave persone che votavano per il Pd. Molti non si erano accorti della sua debolezza mascherata da arroganza. Ma non il «Bestiario» che subito si era deciso a battezzarlo il Bullo o il Super Bullo.
In primo piano

Non ci libereremo facilmente del Bullo e della sua cinica cattiveria

ANSA

Sempre più spesso mi domando perché ci lamentiamo tanto della casta dei partiti. E dei difetti ogni volta più gravi che mettono in mostra: l'arroganza, la disonestà, la corruzione, l'incapacità nel fare il proprio lavoro, la loro totale inutilità. Questo nostro atteggiamento di cittadini senza potere non ha nessun senso. Per un motivo elementare che dovremmo conoscere bene: i capi dei partiti italiani sono esattamente uguali a noi. Non risultano né meglio né peggio. Certo, qualche eccezione può esserci, a favore degli italiani che non contano niente. Ma di solito esiste un parallelismo spietato tra chi sta in cima alla piramide del potere e chi sta in basso. E questo autorizza il Bestiario a concludere senza ipocrisie: cari italiani, la verità è che siamo fottuti.