Occhio, la Germania vuole fregarci sull’auto

Occhio, la Germania vuole fregarci sull’auto
Frans Timmermans (Getty Images)

L’alleanza con Roma per ritardare il voto contro i motori tradizionali nasconde un trucco: il tempo è servito ai tedeschi per scrivere a Frans Timmermans e trattare una deroga ad hoc per l’e-fuel (che producono solo loro).

Meloni rivendica il successo del summit e pungola l’Ue: «Riconosca il nostro ruolo»
Giorgia Meloni (Ansa)
Il premier esulta e si proietta sulla partita dei vertici europei. Poi torna sulle critiche riguardo all’aborto: «Polemiche artefatte». Olaf Scholz rilancia il bis di Ursula Von der Leyen.
Berlino blocca le sanzioni sul gas. L’Occidente in retro sul conflitto
Olaf Scholz (Ansa)
  • La Germania teme per l’export delle sue imprese, l’Ue negozia per i flussi di metano che passano dall’Ucraina. Dopo la frenata ai 40 miliardi l’anno per Kiev e la legnata a Macron, ecco un’altra prova che votare è servito.
  • Al via il summit elvetico senza Russia (che sta vincendo sul campo) e Cina. Il Dragone: «Dovete incontrarvi a metà strada». Il Sud Globale snobba l’iniziativa, assente Biden.

Lo speciale contiene due articoli.

Mai dire Blackout | Le conseguenze della guerra per l’Ucraina

L’agricoltura ucraina in cerca di mercati, l’Ue cerca l’appoggio dell’Azerbaijan per il transito di gas russo, primo contratto LNG tra USA e Ucraina, i dazi Ue non fanno troppo male a BYD, prezzi e domanda di petrolio in ripresa.

Basta col massacro. E Kiev rinunci a entrare nella Nato
Vladimir Putin (Ansa)
L’unica strada per la pace è trattare sulle proposte di Vladimir Putin: le aree russofone devono restare sotto il controllo di Mosca.
Le Firme

Scopri La Verità

Registrati per leggere gratuitamente per 30 minuti i nostri contenuti.
Leggi gratis per 30 minuti
Nuove storie
Change privacy settings