«Non sono stato io a decretare la fine di De Gasperi ma gli eventi»

Amintore Fanfani amirava il «padre» della Dc e non sopportava di essere indicato come colui che ne determinò la sconfitta. Non si arrendeva mai e Indro Montanelli lo chiamò «il rieccolo». Giulio Andreotti mi confidò: «Se arrossisce, è sincero».
Giuseppe Conte (Ansa)
Simile ad Arlecchino, il più famoso personaggio di Carlo Goldoni, il premier cambia colore alla bisogna e sventola idee sempre diverse come uno sbandieratore incallito. Succube delle proprie debolezze, ormai usa il Parlamento per uno spettacolo di sopravvivenza.
Ansa
Gli Agnelli verso la vendita dei camion, necessari per lo sviluppo dell'idrogeno. Intanto i francesi guidano il rilancio dell'Alfa.
In diretta dal lunedì al venerdì alle 7 del mattino e alle 7 di sera
Ascolta tutti i nostri podcast
Guarda tutti i nostri video

Scopri La Verità

Registrati per leggere gratuitamente per 30 minuti i nostri contenuti.
Leggi gratis per 30 minuti

Nuove storie

Trending Topics

Change privacy settings