Juncker ha paura e prova a spaventare noi

Bisogna avere un po' di pazienza con Jean-Claude Juncker. Il pover'uomo da settimane vede avvicinarsi l'ora in cui dovrà mollare la poltrona di presidente della Commissione europea. E domenica ha pure perso in casa propria, perché il partito in cui milita ha ottenuto il risultato peggiore della storia, lasciandolo più tramortito che se si fosse scolato una bottiglia di whisky. Dunque, non si può biasimarlo se in questi giorni dà di matto e straparla, alzando i toni e strabuzzando gli occhi: è la reazione di un tizio a fine carriera, che dopo essere stato al vertice dell'Europa si vede (...)
iStock
  • Dopo la statalizzazione di Atlantia (a caro prezzo), restano altri tratti affidati ai privati con accordi che non scadono mai, rinvii infiniti e profitti a senso unico.
  • L'economista Giorgio Ragazzi: «Chi ci rimette alla fine sono gli utenti italiani. Solo da noi l'onere sulla mobilità ha proporzioni così elevate».

Lo speciale contiene due articoli.

  • Tentativi di suicidio e atti di autolesionismo in aumento: il lockdown fa esplodere il fenomeno Siti e blog insegnano come violentare il proprio corpo, anche i giovanissimi sono in pericolo.
  • La psicoterapeuta Maria Pontillo: «I familiari arrivano in ospedale disperati. L'epidemia aggrava forme di disagio già presenti nei piccoli».
  • Per Elena Bozzola, pediatra del Bambino Gesù, «i figli assorbono le ansie dei genitori».

Lo speciale contiene tre articoli.

Le Firme
In diretta dal lunedì al venerdì alle 7 del mattino e alle 7 di sera
Ascolta tutti i nostri podcast
Guarda tutti i nostri video

Scopri La Verità

Registrati per leggere gratuitamente per 30 minuti i nostri contenuti.
Leggi gratis per 30 minuti
Nuove storie

Il costo del lavoro in Europa

Pillole di numeri

Se Letta crede di essere un leader

Politica e affari
Trending Topics
Change privacy settings