Il terrorismo mediatico sul virus resta una specialità tutta italiana

In gran parte degli altri Paesi europei ci sono valori simili ai nostri, eppure solo noi restiamo legati al rito macabro del bollettino delle vittime. Prime voci fuori dal coro: «Sì alla cautela, no al terrorismo biologico».
Roberto Speranza (Getty Images)
Il responsabile della Salute s'aggrappa allo scranno, nonostante gli svarioni e gli insabbiamenti: dagli spot che minimizzavano il rischio Covid, al caos su tamponi e mascherine, fino alle balle sui contratti per i vaccini.
Ansa
«Draghi è stufo». Poi Chigi smentisce. Intanto, da Bruno Vespa, il capo di Leu molla Ranieri Guerra: «Risponderà delle sue azioni». Matteo Salvini attacca: «Nel suo libro volgarità e arroganza».
In diretta dal lunedì al venerdì alle 7 del mattino e alle 7 di sera
Ascolta tutti i nostri podcast
Guarda tutti i nostri video

Scopri La Verità

Registrati per leggere gratuitamente per 30 minuti i nostri contenuti.
Leggi gratis per 30 minuti

Nuove storie

Trending Topics

Change privacy settings