In diretta dal lunedì al venerdì alle 7 del mattino e alle 7 di sera
Ascolta tutti i nostri podcast
Guarda tutti i nostri video

Scopri La Verità

Registrati per leggere gratuitamente per 30 minuti i nostri contenuti.
Leggi gratis per 30 minuti

Nuove storie

Il Covid fa male alle baby sitter

Featured Homepage
Change privacy settings

«Il Confine», la Grande Guerra dei ragazzi per la libertà

Un aspetto della Prima Guerra Mondiale s'è perso, quando il conflitto è sbarcato in tv: quello umano, della miriade di ragazzi costretta a lasciare la propria casa, abbandonare frettolosamente l'adolescenza e marciare verso il fronte. I soldati neppure ventenni sono stati migliaia, inviati nelle retrovie o nei campi di battaglia. E di loro, anime giovani dalle belle speranze, racconta Il Confine, miniserie tv in onda su RaiUno nella prima serata del 15 e del 16 maggio.

La produzione, firmata alla regia da Carlo Carlei, guarda alla guerra con gli occhi di tre ragazzini, amici e soldati in una Trieste lacerata dal conflitto e dalle spinte irredentiste. A pochi giorni dal 24 maggio che il Piave fece mormorare, la Rai riesce così a confermare la propria vocazione al servizio pubblico, letto (finalmente) attraverso gli strumenti della modernità.