I Paesi frugali chiedono altri tagli. Merkel zitta, Conte può solo sperare

  • Trattativa a oltranza al Consiglio Ue. Il blocco del Nord (a cui si aggiunge la Finlandia) non molla la presa sulla necessità di un veto che limiti i poteri della Commissione. Ma per il premier la colpa resta di Matteo Salvini.
  • Roma trova un alleato nella sfida con il premier olandese. Il leader dell'Ungheria: «Dare soldi ai Paesi che ne hanno bisogno, senza ingaggiare dispute burocratiche».

Lo speciale contiene due articoli.

Giuseppe Conte (Ansa)
Con la scusa della crisi per la pandemia e dei ristori da erogare, la patrimoniale verrebbe spacciata come prelievo di solidarietà. Anche perché i grillini rifiutano il Mes e i soldi del Recovery non arrivano.
Roberto Gualtieri (Ansa)
Emendamento per un prelievo progressivo sui beni immobili e mobili: 0,2% dai 500.000 euro, 0,5% tra 1 e 5 milioni. A salire.
In diretta dal lunedì al venerdì alle 7 del mattino e alle 7 di sera
Ascolta tutti i nostri podcast
Guarda tutti i nostri video

Scopri La Verità

Registrati per leggere gratuitamente per 30 minuti i nostri contenuti.
Leggi gratis per 30 minuti

Nuove storie

Regioni, riapertura con beffa

Featured Homepage

Trending Topics

Change privacy settings