Autista senegalese dirotta pullman con a bordo 51 bambini: «Oggi da qui non esce vivo nessuno» - La Verità
Home
In primo piano

Autista senegalese dirotta pullman con a bordo 51 bambini: «Oggi da qui non esce vivo nessuno»

Contenuto esclusivo digitale

Attimi di paura sulla statale Paullese, tra Milano e Crema dove un uomo, Ousseynou Sy, senegalese con precedenti penali ma da diversi anni in Italia, ha preso in ostaggio un pullman con a bordo alcuni ragazzi e poi dato fuoco al mezzo.

L'uomo alla guida del bus aveva caricato prima diverse taniche di benzina, poi era andato a prendere 51 ragazzi della scuola media Vailati di Crema per portarli in una palestra. Qui il dirottamento: «Oggi da qui non esce vivo nessuno». L'uomo, che voleva vendicare le morti nel Mediterraneo, ha prima legato i ragazzi ai sedili con fascette da elettricista e poi ha cosparso sedili e cappelliere di benzina. Uno dei ragazzi a bordo, però è riuscito a dare l'allarme chiamando i Carabinieri. Da qui è nato un inseguimento, con conseguente sfondamento di un posto di blocco. Solo dopo una lunga corsa il pullman è stato bloccato. Una volta fermi, Sy ha preso l'accendino e dato fuoco alla benzina. I Carabinieri hanno sfondato i vetri posteriori del mezzo e hanno messo in salvo ragazzi e insegnanti. A quel punto il senegalese ha preso due ragazzi minacciando di ucciderli per coprirsi la fuga ma è stato bloccato.

L'uomo aveva precedenti per guida in stato d'ebbrezza e violenza sessuale.

In primo piano

Pm contro Salvini: ora i grillini che fanno?

Ansa

I giudici di Agrigento indagano il leader leghista sul caso della nave Open arms lasciata al largo di Lampedusa: «Fu sequestro». Incognita 5 stelle: sulla Diciotti evitarono all'allora ministro il processo, difendendo i porti chiusi, adesso rischiano il dietrofront.
In primo piano

Bonaccini contro il Pd sullo ius soli per cercare di resistere alla Lega

Getty

Il candidato governatore dem dell'Emilia contraddice i messaggi di Nicola Zingaretti e rilancia su dissesto idrogeologico e plastic tax. E, rischiando il corto circuito a sinistra, snobba i suoi e flirta con i grillini.
In primo piano

Il vero antisemitismo è quello islamico

Ansa

  • Dilaga nel mondo l'ostilità dei musulmani verso gli ebrei con attentati e omicidi firmati dagli integralisti. E i giudici chiudono gli occhi davanti alle intolleranze
  • Gli studiosi concordi: tra fondamentalisti e moderati non ci sono differenze, la sinistra muta per paura d'inimicarsi gli immigrati
  • L'ex presidente della sinagoga di Milano Ugo Volli: «L'intimidazione islamista è duplice perché ha motivi religiosi e anche politici».

Lo speciale contiene tre articoli

In primo piano

«La civiltà occidentale sta morendo ma non facciamone una tragedia»

Ansa

Arriva in Italia «Cahier», un omaggio a Michel Houellebecq ricco di testi di e sullo scrittore più maledetto di Francia «Il nostro mondo ha esaurito il suo ruolo storico, è un fatto. Quello che ci è riuscito meglio? I supermercati».
In primo piano

I giudici Ue ci impongono i profughi violenti

Getty

La Corte di giustizia dell'Unione ha accolto il ricorso di un afgano cacciato da un centro di accoglienza in Belgio per il suo comportamento. La protezione non si può perdere, anche se si mette a rischio l'incolumità altrui. Nuovo schiaffo alla sicurezza.
In primo piano

«Non avevo prove, ma gli ho creduto». Così si danno i permessi agli stranieri

Ansa

La giudice Luciana Breggia che esamina le domande d'asilo a Firenze porta a Lampedusa uno spettacolo pro accoglienza E rivela dettagli inquietanti: «Un migrante sembrava vulnerabile, l'ho fatto restare anche senza riscontri».
In primo piano

La guerra all’odio cominci da quello islamico

iStock

Il razzismo progressista che ha fatto perdere alla sinistra il voto degli operai acceca anche i fautori della commissione Segre. Si ergono a vigilantes anti intolleranza, ma nascondono proprio la sua forma più pericolosa: l'antisemitismo dei musulmani.
In primo piano

Roma regala 10 motovedette alla Guardia costiera libica ma adesso nessuno si indigna

Ansa

Nel pieno della polemica governativa sul rinnovo del Memorandum con Tripoli, l'Italia rinforza la contestata forza navale. Il Pd non blocca l'invio, che avviene senza scandalo.
In primo piano

Gli 007 Usa: «Sui barconi ci sono terroristi»

Ansa

Nel report del dipartimento di Stato il quadro della nostra nazione è da allarme rosso: gli jihadisti si nascondono fra i profughi per raggiungere l'Europa via mare. E c'è grande attività anche sulle piste balcaniche. Il rischio principale: «Bombe artigianali».