A Parlamento chiuso risorgono i vitalizi

Due giorni fa in un'aula di Montecitorio semideserta, tra chi usciva con gli scatoloni e chi entrava, è andata in scena la rivincita dei vitalizi. Si tratta di un blitz in piena regola di un manipolo di deputati, tra cui Italo Bocchino, che ha vinto un ricorso al Collegio d'appello della Camera che permetterà loro di incassare prima il tanto agognato vitalizio. Se infatti il regolamento approvato nel 2011 prevedeva almeno i 60 anni di età, ora, grazie a questa sentenza si potrà tornare di fatto al regolamento del 1994, con pensioni già a 50 anni. Non solo. I ricorrenti si difendono da possibili nuove riforme del Movimento 5 stelle che tra oggi e domani potrebbe vedere uno dei suoi sullo scranno più alto di Montecitorio.
Siro Badon
Il presidente di Assocalzaturifici: «Anche gli anni scorsi sono stati poco floridi, da decenni manca una politica industriale. Pure le sanzioni alla Russia hanno creato difficoltà enormi alle aziende italiane, impossibilitate a vendere lì dalla mattina alla sera».
iStock
Il nostro Paese è stato tra i primi in Europa a dotarsi di leggi speciali: oggi conta ben 871 circuiti protetti. L'anno prossimo il sito del Gran Paradiso e quello d'Abruzzo taglieranno il traguardo del secolo di vita.
Le Firme
In diretta dal lunedì al venerdì alle 7 del mattino e alle 7 di sera
Ascolta tutti i nostri podcast
Guarda tutti i nostri video

Scopri La Verità

Registrati per leggere gratuitamente per 30 minuti i nostri contenuti.
Leggi gratis per 30 minuti
Nuove storie
Trending Topics
Change privacy settings