Turismo addio? Così l'Italia rischia di buttare il suo petrolio (nonostante il boom delle prenotazioni)

Turismo addio? Così l'Italia rischia di buttare il suo petrolio (nonostante il boom delle prenotazioni)
Turisti nel centro di Firenze (Ansa)
  • Ristoranti già chiusi alle dieci di sera per mancanza di personale, strutture ricettive con pochi servizi, case vacanza sporche e insicure. Quest’anno si prevede un aumento dei visitatori pari al 12% e oltre la metà di loro arriverà dall’estero. Ma faremo fatica ad accoglierli.
  • Il presidente di Federalberghi Bernabò Bocca: «Ora chi vuol specializzarsi deve andare a Losanna. Le riqualificazioni? Lo Stato ci aiuti».

Lo speciale contiene due articoli

Il socialismo dei buoni è il giogo «leggero» per renderci schiavi
Pavel Florenskij
Nel «Taccuino», Florenskij previde l’antiumanesimo travestito da ideale giusto. Una grande ossessione che cela l’oppressione.
Ricostruzione ferma per i nidi delle rondini
iStock
A Macerata, stop al più vasto cantiere post sisma del Centro Italia: in un sito con otto palazzine ci sono i rifugi dei volatili protetti. L’inizio dei lavori (che riguardano 500 famiglie) rischia il rinvio fino a ottobre-novembre. Il commissario Guido Castelli: «Sudiamo freddo».
Parlamentari riuniti da tutto il mondo per la spallata finale al Trattato Oms
Ron Johnson (Getty images)
Domani l’evento a Washington promosso dal repubblicano Ron Johnson e dalla Sovereignity Coalition contro l’intesa pandemica.
Olimpiadi invernali, nei guai l’ex ad grillino
Giovanni Malagò e Vincenzo Novari (Imagoeconomica)
Nel mirino Vincenzo Novari (rimosso due anni fa), un vecchio manager e un imprenditore vincitore di un appalto da 10 milioni. Assunzioni pilotate, nomine interne e stipendi d’oro al vaglio della Finanza. Il presidente del Coni, Giovanni Malagò: «Sport parte lesa».
Le Firme

Scopri La Verità

Registrati per leggere gratuitamente per 30 minuti i nostri contenuti.
Leggi gratis per 30 minuti
Nuove storie
Change privacy settings