san patrignano

Nell’era dei divieti spopola l’uso delle droghe
iStock
Con la scusa del Covid ci hanno convinti che in nome della salute si debba rinunciare alle nostre libertà. Nonostante ciò, il consumo di sostanze non è mai stato così tollerato. Lo Stato dovrebbe proibire anche il possesso personale: basta una canna per perdersi.
Sulle comunità rosse niente documentari
Christian Minelli/NurPhoto via Getty Images
Non si sono viste serie tv dedicate ai disastri delle coop pro immigrati o agli orrori del Forteto. Ma da giorni si discute delle ombre di San Patrignano, realtà da sempre sgradita ai progressisti. Grazie a un film prodotto da Netflix con materiali della tv pubblica.
Sapete perché Muccioli dà fastidio? Perché ricorda che esiste il «padre»
Vincenzo Muccioli (Ansa)
Non si fermano le polemiche sulla serie di Netflix. La verità è che il fondatore di San Patrignano salvò i ragazzi attraverso regole e disciplina. Incarnando quella figura paterna che oggi si vorrebbe cancellare.
San Patrignano dipinta come lager è un regalo ai detrattori di Muccioli
Ansa
La comunità si dissocia dalla serie di Netflix: «Sommaria e parziale». Tra scene di catene e filo spinato, il prodotto è un processo al fondatore che salvò migliaia di tossicodipendenti, considerati reietti dalla sinistra.
«Sanpa non si deve imborghesire». L’opera che fece innamorare Moratti
N.Leto/Getty Images
In «Tutto in un abbraccio», libro in regalo con «Panorama», Giorgio Gandola racconta la storia della comunità di recupero più importante d'Europa. E di come il fondatore Vincenzo Muccioli convinse Gian Marco a «sposarla».
Le Firme
In diretta dal lunedì al venerdì alle 7 del mattino e alle 7 di sera
Ascolta tutti i nostri podcast
Guarda tutti i nostri video

Scopri La Verità

Registrati per leggere gratuitamente per 30 minuti i nostri contenuti.
Leggi gratis per 30 minuti
Nuove storie
Change privacy settings