putin sanzioni

L’«Economist» conferma il flop delle sanzioni
Vladimir Putin (Ansa)
Persino il prestigioso settimanale finanziario britannico comincia a farsi domande sulla strategia occidentale contro Vladimir Putin. Mosca tiene botta, ci vorrà ancora del tempo prima che avverta gli effetti delle misure punitive. Da noi, invece, la crisi c’è ora.
Sanzioni, Mosca è un muro di gomma. Sul petrolio la Germania spacca l’Ue
(Istock)
  • Smentiti gli esperti: l’economia russa resiste all’impatto dell’embargo. E il rublo è addirittura in crescita. Il ministro tedesco dell’Economia vuole lasciare fuori l’Ungheria dallo stop al greggio: ma così sarà il caos.
  • Mario Draghi si è perso sulla via del grano. Né la pista bulgara né quella turca, immaginate dal premier, possono essere risolutive. Sofia non ha interesse a vendere all’Italia. E Ankara è un nostro diretto concorrente.

Lo speciale comprende due articoli.

Putin pronto con le contromosse: 7 miliardi e 500 aziende in ostaggio
Vladimir Putin (Ansa)
Espropri, blocco delle materie prime e pagamento in rubli: imprese preoccupate per le ritorsioni che Mosca può scatenare.
Queste sanzioni non funzionano
Vladimir Putin (Ansa)
La Russia non è isolata, può contare sull’appoggio di molti Stati. Le stesse aziende occidentali si rifiutano di lasciare il Paese. Che infatti non si piega, anzi rilancia. La sua moneta si riequilibra, il prezzo dell’energia sale ancora. E gli europei sono in difficoltà: la loro economia dipende da quelle forniture. Washington chiede di chiudere i rubinetti, ma sarebbe un suicidio.
Le Firme

Scopri La Verità

Registrati per leggere gratuitamente per 30 minuti i nostri contenuti.
Leggi gratis per 30 minuti
Nuove storie
Change privacy settings