progresso

Il progresso tecnico nato nelle trincee della Grande Guerra
Radio campale italiana di grande portata in funzione sul fronte nel 1915 (Getty Images)

Il primo conflitto mondiale fu la prima «guerra tecnologica» della storia. L'uso di nuove micidiali armi e le necessità di approvvigionamento continuo stimolarono il progresso tecnico. L'Italia fu tra i maggiori protagonisti nello sviluppo di apparecchiature che diventeranno di uso comune tanto in campo militare quanto in quello civile.

«Il politicamente corretto rappresenta un ostacolo al progresso dell’umanità»
Javier Milei (Ansa)
Benegas Lynch, ideologo dell’argentino JavierMilei: «Mettendo catenacci mentali alle idee si impedisce il miglioramento del sapere. La discriminazione? È del tutto normale».

Oggi si saprà chi, tra il ministro dell’Economia Sergio Massa e il pirotecnico economista ultra libertario Javier Milei, sarà il nuovo presidente dell’Argentina. Al primo turno del 22 ottobre, Massa ha incassato il 36 per cento, Milei il 29,9. Ma quali sono le idee del «candidato con la motosega»? Per scoprirlo possiamo leggere La postverità socialista, di Alberto Benegas Lynch figlio (Rubbettino, 270 pagina, 24 euro). Omonimo del padre, che fu imprenditore, saggista e brillante economista, Lynch, 83 anni è considerato il mentore di Milei, che a sua volta lo definisce «un eroe» e assicura che è «il più grande riferimento del liberalismo argentino di tutti i tempi». Ha un dottorato in Economia e uno in Scienze gestionali, è presidente della sezione di Scienze economiche dell’Accademia nazionale delle scienze e membro dell’Accademia nazionale delle scienze economiche. È autore di 28 libri, oltre a 10 in collaborazione e 4 come coautore. È stato professore ordinario presso l’università di Buenos Aires e ha insegnato in cinque corsi. È stato anche consigliere economico della Borsa di Buenos Aires, della Camera di Commercio argentina, della Società Rurale Argentina e del Consiglio interamericano di commercio e produzione. Recentemente ha fatto scalpore per aver suggerito a Milei di rompere le relazioni diplomatiche con il Vaticano. Si tratta dunque di un autore da tenere d’occhio per capire cosa passi per la testa di Milei, oltre alle suggestioni della cronaca e alle provocazioni mediatiche del candidato argentino. Per gentile concessione dell’editore, pubblichiamo due estratti de La postverità socialista.

1883: a Milano nasceva la terza centrale termoelettrica al mondo
La sala macchine della centrale Santa Radegonda di Milano (Getty Images)

Voluta e progettata da Giuseppe Colombo, fondatore della Edison e del Politecnico, l'impianto di via Santa Radegonda arrivò poco dopo quelli di New York e Londra. Portò in Italia la rivoluzione della luce elettrica per uso civile e industriale. La storia e le immagini.

Novantanove anni fa l’Italia inaugurava la prima autostrada al mondo
Pagamento del pedaggio sulla Milano-Varese, anno 1925 (Getty Images)

Il tratto Milano-Varese venne voluto da Benito Mussolini e realizzato da Piero Puricelli: fu una scommessa, data la scarsità di auto allora in circolazione, che si rivelò vincente negli anni del «boom».

Ugo Spezia: «Abbiamo disperso l’opera di Fermi. Serve tornare all’energia atomica»
Enrico Fermi. Nel riquadro, l'ingegner Ugo Spezia (Getty Images)
L’ingegnere ed esperto di sicurezza nucleare ricorda gli ottant’anni trascorsi dalla prima reazione a catena controllata del fisico italiano: «Un simbolo di progresso cancellato dall’ambientalismo. Errore drammatico».
Le Firme

Scopri La Verità

Registrati per leggere gratuitamente per 30 minuti i nostri contenuti.
Leggi gratis per 30 minuti
Nuove storie
Preferenze Privacy