prete como ucciso

Altro che matto: è omicidio premeditato
Ansa
Il tunisino accusato di aver ucciso don Roberto Malgesini aveva comprato il coltello e seguiva il prete, già preso a bottigliate. Davanti al gip ritratta e nega tutto. La famiglia porta la salma in Valtellina per funerali privati.
Ci è cascato anche il papa: «Non è pazzo, è clandestino»
Ansa
Quando l'assassino è un immigrato, scatta la gara a scaricare le responsabilità su altri. Nel caso dell'omicidio di don Roberto Malgesini, hanno provato a buttarla sul «clima d'odio», poi è spuntata la pista fasulla della follia. Insomma, le provano tutte, tranne il rispetto delle norme.
A Como serviva la legge, non gli psichiatri
Ansa
  • Francesco fa propria la versione di Caritas e diocesi e attribuisce l'omicidio di don Roberto Malgesini a una «persona malata di testa». Ma di questa follia non c'è alcuna prova. La famiglia del prete, intanto, chiede di celebrare funerali privati.
  • Sanatoria: oltre ai 500 euro di ticket a migrante regolarizzato, gli imprenditori dovranno pagare 300 euro per ogni mese di lavoro in nero. La cifra resa nota tre mesi dopo la scadenza.

Lo speciale contiene due articoli.

Como, gli inquirenti vogliono fare chiarezza sull’operato della Caritas
Don Roberto Malgesini (Facebook)
Dalle indagini sull'omicidio di don Roberto Malgesini emerge il corposo curriculum criminale del killer. Al vaglio eventuali mancanze nel sistema dell'accoglienza.
Le Firme

Scopri La Verità

Registrati per leggere gratuitamente per 30 minuti i nostri contenuti.
Leggi gratis per 30 minuti
Nuove storie
Change privacy settings