pandemia

Da «Newsweek» mea culpa sul virus. «Noi scienziati ci siamo sbagliati»
(Ansa)
Dopo il «Wall Street Journal» un’altra grande testata americana affida a un ricercatore una critica spietata sulla gestione della pandemia: «Le bugie su immunità e diffusione dell’infezione ci sono costate vite umane».
Valerio Petterle: «Le morti improvvise sono in aumento»
Valerio Petterle. Nell'illustrazione, ipotalamo e ghiandola pineale, la più piccola sulla sinistra (IStock)
  • Il medico che certifica i decessi in Veneto: «Tra i defunti di mezza età, uno su due era sano. In tutti noto danni alla ghiandola pineale, come se il loro sistema immunitario fosse deteriorato. Ai cadaveri si fanno ancora tamponi: se positivi, sono allontanati dai parenti».
  • La Cochrane Library sulle mascherine: chirurgica o Ffp2 cambia poco, è più efficace lavarsi le mani.

Lo speciale contiene due articoli.

Lodano i divieti che hanno provocato un boom di malati e di giovani violenti
Roberto Battiston (Ansa)
Il fisico Roberto Battiston elogia le «dure restrizioni», che non hanno fermato il virus ma hanno portato a trascurare altre patologie. E ora persino «Repubblica» si accorge che, dopo le chiusure, si sono moltiplicate le baby gang.
Il «Wall Street Journal» accusa: «sui vaccini ci hanno ingannato»
(Getty Images)

Durissimo attacco del prestigioso quotidiano statunitense, che boccia i bivalenti e mette sul banco degli imputati Pfizer, Moderna, la Fda e i Cdc: «Studi fuorvianti senza che le autorità battessero ciglio».

Continua a leggere Riduci
L’Fda ignorò i dubbi della funzionaria sul via libera ai richiami per i bimbi
Nel riquadro, Marion Gruber (Getty Images)
Nel 2021, Marion Gruber esponeva le perplessità sulla revisione «iper accelerata» dei sieri. I suoi capi ridimensionarono le sue tesi e la snobbarono, poiché consapevoli che le mail sarebbero state rese pubbliche.
Le Firme
In diretta dal lunedì al venerdì alle 7 del mattino e alle 7 di sera
Ascolta tutti i nostri podcast
Guarda tutti i nostri video

Scopri La Verità

Registrati per leggere gratuitamente per 30 minuti i nostri contenuti.
Leggi gratis per 30 minuti
Nuove storie
Change privacy settings