Tag page

iStock
  • Dal caso dell'ex pm Luca Palamara al recente scandalo dei verbali dell'avvocato Piero Amara continua a salire la sfiducia verso la magistratura. Ma a subire le conseguenze più gravi della malagiustizia sono le persone finite nei tribunali dove regnano sbagli e approssimazione.
  • Quasi 30.000 gli episodi accertati di errori giudiziari e ingiuste detenzioni. Il guaio peggiore: l'abuso del carcere preventivo.

Lo speciale contiene due articoli.

Ansa
Da Mani pulite siamo ormai arrivati a Toghe rotte. Ci sono voluti trent'anni e tanti orrori giudiziari, ma i problemi irrisolti di quella stagione, con lo strapotere dei pm e il mini potere della magistratura giudicante, ma soprattutto lo stato di subalternità della difesa, ora sono sotto gli occhi di tutti e, nonostante al Quirinale ci sia chi volge lo sguardo altrove, il re è nudo.
Sergio Mattarella (Ansa)

Marta Cartabia si è svegliata: ha alzato il telefono e ha parlato con il procuratore generale di Cassazione, Giovanni Salvi, chiedendo lumi su ciò che sta accadendo nelle Procure d'Italia a seguito delle rivelazioni di un pentito a orologeria. Il caso è quello suscitato dalle testimonianze a rate di Piero Amara, ex avvocato dell'Eni che da un paio d'anni pare essere diventato l'oracolo di molti pm, i quali incardinano grandi processi, ma talvolta danno la sensazione che invece preferiscano insabbiarli.

In diretta dal lunedì al venerdì alle 7 del mattino e alle 7 di sera
Ascolta tutti i nostri podcast
Guarda tutti i nostri video

Scopri La Verità

Registrati per leggere gratuitamente per 30 minuti i nostri contenuti.
Leggi gratis per 30 minuti

Nuove storie

Trending Topics

Change privacy settings