Ecco come Stranger Things si prepara a diventare il nuovo Star Wars

True
Ecco come Stranger Things si prepara a diventare il nuovo Star Wars
  • È un vero e proprio fenomeno globale e da record: 40.7 milioni di utenti in giro per il mondo, brand che fanno a gara per comparire anche solo in uno spezzone dello show. E a Londra nasce il primo spettacolo «segreto» sulla serie di Netflix.
  • Il marchio più iconico degli anni Ottanta - Levi's - ha collaborato con i costumisti della serie per una capsule collection che vi farà sentire un cittadino di Hawkins.
  • «A 34 anni dalla loro scomparsa, ecco che alcuni prodotti Nike sono stati recuperati». È questa la premessa della capsule collection dedicata alla serie del momento. Una linea di sneaker come non ne avete mai viste.
  • Anche il cibo è sottosopra. Burger Kings presenta l'hamburger capovolto. Coca Cola le lattine New Coke, che spopolavano negli «Eighties».
  • L'attenzione per i particolari è uno dei punti di forza di questa serie tv. Ecco dieci cose che potreste non aver notato nello show.

Lo speciale contiene sei articoli e gallery fotografiche.

Teheran (per adesso) in mano a un filorusso
Mohammad Mokhber (Ansa)
  • A guidare la Repubblica islamica fino al voto sarà Mokhber, braccio destro di Khamenei e artefice dell’accordo con Mosca sui droni. Il cambio di vertici potrebbe rafforzare le ambizioni nucleari del regime e, di conseguenza, compromettere la distensione con Riad.
  • Polemiche per la solidarietà di Bruxelles. L’olandese Wilders: «Non in mio nome». Ursula muta, Michel e Borrell afflitti.

Lo speciale contiene due articoli.

«Cocaina comprata con l’auto blu». Divieto di dimora per Miccichè
Gianfranco Miccichè (imagoeconomica)
L’ex capo del parlamentino siciliano nega. Il gip: la vettura usata pure per il gatto.
Al porto scatta l’occupazione dei sindacati
Ansa
Prima il presidio in piazza, poi l’assemblea permanente nella sede dell’autorità a Genova. L’Usb si scontra con la Triplice per l’esclusione della sigla autonoma dalle Rsu aziendali e per il silenzio sull’inchiesta: «Cgil, Cisl e Uil zitte sulle mazzette».
Le concessioni a Spinelli e Aponte sbloccate dal «team» di Mr. Msc
Gianluigi Aponte e Aldo Spinelli (Ansa)
Nelle carte dell’inchiesta sul porto di Genova la «clausola» per l’affidamento del Terminal rinfuse studiata dal manager Alfonso Lavarello, vicino all’armatore, e caldeggiata in comitato di gestione da Carozzi.
Le Firme

Scopri La Verità

Registrati per leggere gratuitamente per 30 minuti i nostri contenuti.
Leggi gratis per 30 minuti
Nuove storie
Change privacy settings