Quella strana fuga di Cesare Battisti dal carcere italiano

L'assurda evasione dell'ex esponente dei Pac dal penitenziario di Frosinone è piena di aspetti oscuri mai indagati da nessuno. Quel 4 ottobre 1981, una domenica fresca e soleggiata, una giovane donna, col finissimo stratagemma di depositare soldi per un recluso, entrò indisturbata, immobilizzò una guardia, una sola, lasciando via libera al manipolo di Pietro Mutti, il complice. In pochi minuti furono liberi Cesare Battisti e Luigi Moccia, boss camorrista.
Nicola Zingaretti (Ansa)
Nicola Zingaretti è il decimo segretario saltato in 14 anni. Un partito di plastica nato dalla nostalgia del comando degli ex democristiani e dalla bramosia di contare degli ex comunisti ma tenuto insieme da un unico obiettivo: i posti. Con Mario Draghi, il collante si è dissolto
In diretta dal lunedì al venerdì alle 7 del mattino e alle 7 di sera
Ascolta tutti i nostri podcast
Guarda tutti i nostri video

Scopri La Verità

Registrati per leggere gratuitamente per 30 minuti i nostri contenuti.
Leggi gratis per 30 minuti

Nuove storie

Trending Topics

Change privacy settings