Guida alla personalizzazione di maglie, jeans e capi di abbigliamento - La Verità
Home
In primo piano

Guida alla personalizzazione di maglie, jeans e capi di abbigliamento

Contenuto esclusivo digitale
  • Un tempo sinonimo di lusso, oggi i capi d'abbigliamento su misura e personalizzati sono sempre più diffusi. Una ricerca di Deloitte spiega come con l'avvento dei social network i consumatori siano divenuti sempre più esigenti, critici, creativi e soprattutto alla costante ricerca di un prodotto unico che li differenzi dalla massa.
  • Valentina Nuzzi di Fedorami crea tshirt bianche ricamate a mano con scritte simpatiche. Il suo business, partito da Milano, ha già conquistato la Cina. «È come plasmare una tela, è divertente leggere le frasi - spesso incomprensibili - che mi vengono inviate perché tutte raccontano una storia diversa».
  • Collane, anelli, bracciali, orecchini: tutto può diventare tailor-made. Il marchio Parure propone i choker con le lettere del proprio nome, Apm Monaco crea bracciali rigidi con lettere in swarovski.
  • Anche il ready to wear cede alla moda del personalizzato. A lanciare la tendenza Atelier Notify che crea personalizzazioni con ricami, patch, e borchie amatissimi dalle star di tutto il mondo, da Gisele Bundchen a Linda Evangelista e Nicole Kidman.
  • Il lettering, ovvero l'arte di personalizzare con le proprie iniziali o il proprio nome degli oggetti, colpisce anche i bagagli. My Style Bag stampa e ricama la propria cifra su borse da viaggio di ogni tessuto e dimensione.
  • Perché non pensare di rendere unica anche la biancheria intima? Chité crea slip in taffetà di ogni colore con frasi cucite con fili coloratissimi.

Lo speciale contiene sei articoli.

In primo piano

Conte apre le danze. E Salvini e Di Maio se le danno davvero

Ansa

La lettera del premier scatena i vice. Il leghista: «Fiducia persa». E medita di salire al Colle. Il grillino: «Se vuole la crisi lo dica».
In primo piano

Rendimenti bassi, ma garantiti. È tornata la voglia dei buoni postali

Sono i prodotti ideali per chi non regge gli scossoni del mercato: sicuri come i titoli di Stato, con la possibilità in più di avere il rimborso anticipato. La resa lorda annua arriva all'1,75% e si possono legare all'inflazione.
In primo piano

Lucano furioso contro «gli sbirri»

Ansa

  • L'ex primo cittadino spese i soldi destinati ai centri migranti per pagare una manifestazione a suo favore dopo le prime perquisizioni in Comune. E con un amico si lamentava del prefetto e della Guardia di finanza.
  • Con la scusa delle «buone intenzioni» e dell'«umanità» si sono creati sistemi disumani che di buono non hanno proprio nulla.
  • Stranieri umiliati e sfruttati in una cooperativa di Imperia. Denunciavano 81 ospiti ma ne avevano solamente 38. E da mangiare davano loro polmone e frattaglie.

Lo speciale contiene tre articoli

In primo piano

Il geniale modello Riace. Migranti pagati per fingere di lavorare

Ansa

Nelle carte delle Fiamme gialle c'è la mangiatoia dietro la propaganda. Il sindaco vede, ma fa finta di niente: «Sto zitto perché mi danno i voti».

In primo piano

«Anche alle donne piace la fi...». Dietro la campagna provocatoria della Fidelis Andria un collaboratore del guru di Salvini

Contenuto esclusivo digitale

Facebook

Una goliardata della società di Serie D scatena gli attacchi politicamente corretti, ma è solo un pretesto per colpire il leader leghista.

In primo piano

Un altro supercolpo degli eroi proletari che sfidano il potere

Nefliix

  • Domani al via su Netflix la terza parte della serie non in lingua inglese più vista di sempre. Con «Bella ciao» diventata una hit.
  • L'attrice interpreta la criminale: «Non siamo populisti. Insegniamo che da soli si può far poco. Dentro una banda coesa, si può tutto».

Lo speciale contiene due articoli

In primo piano

Da Parigi e Bruxelles doppio attacco agli Usa

La commissaria Margrethe Vestager apre un fascicolo contro Amazon per gestione poco trasparente dei dati. Il messaggio ostile a Washington si somma a quello lanciato dalla Francia, pronta a tassare l'online. Giovanni Tria si accoda: «Ci muoveremo assieme».