Manovre da asilo per ingabbiare Draghi

Manovre da asilo per ingabbiare Draghi
Mario Draghi (Ansa)
Il grande piano del Pd per non perdere il potere si riduce a trasformare il M5s in un’orda di Scilipoti pronti a puntellare la stabilità. Salta il giochetto puerile di votare prima alla Camera (dove Giuseppe Conte ha meno uomini) che al Senato. Manifestazioni «spontanee» per implorare il premier di fare marcia indietro. Lui torna dall’Africa e tace. Modesto consiglio: non si affidi più a dem e grillini.
Macché terzo polo: i Bulli son quarti
Matteo Renzi e Carlo Calenda (Ansa)
Stando ai sondaggi, l’acclamato tandem Renzi-Calenda avrà la metà dei voti dei grillini. Il duo non punta a far concorrenza a Fi, bensì a conquistare l’elettorato in fuga dal Pd.
Mezzo Pd rivuole allearsi con Conte. Letta fa muro e minaccia dimissioni
Imagoeconomica
Cresce il pressing interno sul segretario per l’asse con il M5s ed evitare la débâcle. Lui non cede: meglio andarsene che l’alleanza. Ma la strategia kamikaze fa infuriare i dem: l’ipotesi siluramento circola già.
Il Cav: «Se passa il presidenzialismo, via Mattarella». E si scatena la rissa
Silvio Berlusconi (Imagoeconomica)
Silvio Berlusconi dice un’ovvietà: «Il passo indietro del presidente consentirebbe un’elezione diretta che potrebbe rieleggerlo». Ma Enrico Letta attacca: «È autocandidatura, sono pericolosi». E Carlo Calenda insulta: «Non è più in sé».
Zazzaroni: «Nell’anno anomalo del Mondiale per lo scudetto vedo bene la Roma»
Ivan Zazzaroni (Imagoeconomica)
Oggi riparte la A, il giornalista: «La Fifa si è svenduta e i campionati ne risentiranno. Mou mi piace, ha fatto una buona campagna. De Laurentiis ha ragione quando dice che non vuole più comprare calciatori africani».
Le Firme
In diretta dal lunedì al venerdì alle 7 del mattino e alle 7 di sera
Ascolta tutti i nostri podcast
Guarda tutti i nostri video

Scopri La Verità

Registrati per leggere gratuitamente per 30 minuti i nostri contenuti.
Leggi gratis per 30 minuti
Nuove storie
Trending Topics
Change privacy settings