L’astensione record non è un sì all’establishment ma un problema per tutti

L’astensione record non è un sì all’establishment ma un problema per tutti
(Ivan Romano/Getty Images)
L'affluenza «mini» viene letta come un plauso al governissimo. Invece più che la domanda di politica alternativa manca l'offerta.
La Meloni studia un governo tecno-populista
Giorgia Meloni (Getty images)
La riunione dei big di Fratelli d’Italia indica la linea: «Si partirà dalla competenza». Mentre la premier in pectore apre un canale di dialogo con il Colle, scendono le quotazioni della forzista Licia Ronzulli nella squadra. Scetticismo per il ritorno di Matteo Salvini al Viminale.
E per entrare nel centro della città la Panda ibrida paga, la Porsche no
Ansa
Anche le nuove regole per l’ingresso in area C sembrano favorire i residenti facoltosi.
La rivolta dei milanesi. «Sala è un re Sole, l’area B è classista»
Beppe Sala (Ansa)
Costretti a traversate in bici o ad aspettare l’ora di fine divieti nei parcheggi, i cittadini del ceto medio bocciano la follia green.
Il super scudo di Scholz è «falso in bilancio»
Olaf Scholz (Ansa)
  • Frustata della Corte dei conti tedesca sul maxi piano del cancelliere da 200 miliardi: «Questi fondi speciali non creano trasparenza e il denaro che si preleva è debito federale». L’Ue, per il momento, incassa e fa spallucce: «Ma ne discuteremo al vertice di Praga».
  • Botta e risposta tra la leader di Fdi e il premier sullo stato di avanzamento del Piano.

Lo speciale contiene due articoli

Le Firme
In diretta dal lunedì al venerdì alle 7 del mattino e alle 7 di sera
Ascolta tutti i nostri podcast
Guarda tutti i nostri video

Scopri La Verità

Registrati per leggere gratuitamente per 30 minuti i nostri contenuti.
Leggi gratis per 30 minuti
Nuove storie
Trending Topics
Change privacy settings