In diretta dal lunedì al venerdì alle 7 del mattino e alle 7 di sera
Ascolta tutti i nostri podcast
Guarda tutti i nostri video

Scopri La Verità

Registrati per leggere gratuitamente per 30 minuti i nostri contenuti.
Leggi gratis per 30 minuti
Change privacy settings

Gender, Pro Vita & Famiglia: «Grave e pericolosa iniziativa del Comune di Roma»

«È gravissimo e pericoloso per i nostri bambini il fatto che a Roma, presso la Biblioteca Interculturale 'Cittadini del Mondo', dal 26 febbraio si terrà un ciclo di tre incontri 'finalizzati a far conoscere storie di inclusione e amicizia senza pregiudizi di genere' e dal titolo 'Fiabe e racconti d'inclusione e amicizia per bambin* e ragazz*'. È inaccettabile, poi, che questo corso sia pubblicizzato sul sito del Comune di Roma. Il sindaco Raggi intervenga e blocchi quest'assurdità» hanno poi chiesto Toni Brandi e Jacopo Coghe, presidente e vice presidente di Pro Vita & Famiglia, Onlus organizzatrice del Congresso delle Famiglie di Verona. «Vi sembra normale, poi, che saranno 'le Drag Queen Cristina Prenestina e Paola Penelope' che accoglieranno, insieme agli operatori e alle operatrici "Cittadini del Mondo" le scuole del territorio che vorranno partecipare agli incontri, che oltretutto saranno gratuiti? I cittadini romani non vogliono pagare di tasca propria queste iniziative vergognose, che indottrinano i nostri figli su teorie che nel mondo sono già oggetto di revisione e di passi indietro, dopo i danni che hanno fatto. Non esistono sessi aggiuntivi oltre al maschio e alla femmina affermano i biologi» ha quindi proseguito Pro Vita & Famiglia. In conclusione, da Brandi e Coghe è partito l'invito ai genitori «a non far partecipare i propri figli e a prestare attenzione a questi eventi, perché i bambini sono i più vulnerabili al negazionismo sessuale e il concetto di identità di genere invece del sesso biologico è una dannosa intrusione nella sfera intima dei nostri figli».

Oggi Pro Vita & Famiglia lancia la petizione. Qui il link per firmarla.